The news is by your side.

Maltrattamenti, ingiurie e umiliazioni a un’anziana: arrestata la badante romena

15

Pescara. Reiterati maltrattamenti, ingiurie ed umiliazioni: sono gli atteggiamenti aggressivi e vessatori che un’anziana ultraottantenne di Pescara e’ stata costretta a subire da parte della donna che si sarebbe dovuta prendere cura di lei. In manette e’ finita una badante romena di 57anni, che e’ stata rinchiusa nel carcere di Chieti per maltrattamenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Dalle prime ricostruzioni, i maltrattamenti da parte della collaboratrice domestica sarebbero cominciati a causa del rifiuto dell’anziana di darle ulteriori somme di denaro rispetto a quelle pattuite. Una situazione che e’ stata confermata anche da alcuni conoscenti e vicini di casa della vittima. La storia e’ venuta a galla mercoledi’ scorso, quando l’anziana, tutta tremante e spaventata, si e’ rifugiata da un vicino di casa per sfuggire all’aggressione della badante.

L’uomo ha prima tranquillizzato la vittima e poi ha provveduto a riaccompagnarla a casa, sperando di placare l’ira della badante. Il tentativo pero’ e’ andato a vuoto: non solo la 57enne ha aggredito entrambi, ma ha tentato di minacciare e di intimorire l’anziana, pretendendo ulteriori somme di denaro, anche davanti agli agenti della squadra Volante. I poliziotti per difendere l’anziana sono stati a loro volta aggrediti dalla badante con calci e pugni. La donna e’ stata quindi bloccata ed arrestata. Dai successivi accertamenti, e’ emerso che la badante ha precedenti penali specifici per minaccia, violazione di domicilio, violenza privata, furto, ingiuria.

Articoli più letti

Ultimi articoli