The news is by your side.

L’orsa Peppina torna a far visita nella Valle Peligna e questa volta fa strage di polli nel centro abitato di Pettorano

10

Pettorano sul Gizio. L’orsa Peppina torna a far visita ai pollai della Valle Peligna. Questa volta è arrivata fin nel centro abitato di Pettorano sul Gizio, facendo ancora strage di polli, uccidendone una decina. Probabilmente l’incursione dell’orsa e dei suoi cuccioli è avvenuta in piena notte e solo questa mattina il proprietario del pollaio, Antonio Pace, ha scoperto la particolare visita del plantigrado. “Alle sei di stamattina sono andato giù al pollaio, nella parte bassa di casa e ho trovato lo strazio dei polli divorati dall’orso”, racconta Pace, “ho pensato subito alle pecore e sono andato a controllarle, fortunatamente erano tutte lì. A tenere lontano l’orso il recinto elettrificato che mi è stato montato dai volontari della riserva”.

L’orso ha avuto vita facile nell’uccidere i polli, perché come unico ostacolo ha trovato solo una porta facilmente superabile. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri forestali e gli uomini della riserva che hanno compiuto i rilievi, prelevando gli escrementi lasciati dall’orso appena divorati i polli. Tutti reperti che saranno analizzati per controllare lo stato di salute del plantigrado e accertare le sue abitudini alimentari. Intanto i residenti, preoccupati dalle continue incursioni dell’orsa e dei suoi cuccioli che diventano sempre più audaci, chiedono adeguate misure di prevenzione per tenere gli animali lontani dalle loro case. Dalla Riserva monte Genzana si rinnova l’appello a tutti i piccoli allevatori di rivolgersi a loro per dotare i loro pollai di reti elettrificate, unico efficace antidoto alle incursioni dell’orso.

Articoli più letti

Ultimi articoli