The news is by your side.

L’albero di Natale allestito in piazza è poco sicuro e difforme al progetto, dovrà essere smontato

5
Lanciano

Lanciano. Il 7 dicembre scorso l’accensione in piazza Plebiscito, a Lanciano, dell’albero di Natale ecosostenibile e senziente scelto dall’amministrazione attraverso un bando pubblico. Neanche una settimana dopo, però, il 13 dicembre, il dirigente comunale responsabile del procedimento, Davide Di Pilato, ha firmato un provvedimento in cui chiede il suo smontaggio e il successivo rimontaggio poiché, in quanto difforme dal progetto originale, potrebbe causare problemi di sicurezza. E’ quanto hanno reso
noto, in conferenza stampa in Municipio, gli otto consiglieri di minoranza di centrodestra appartenenti a Nuova Lanciano, FI, Libertà in Azione e Udc. L’albero di Natale inaugurato lo scorso 7 dicembre, ecocompatibile perché realizzato con bancali di uso industriale in legno di abete, e senziente in quanto le luci a led al suo interno possono essere cambiate dal pubblico attraverso la app Lignum Verba (nome del progetto) o attraverso il sito lignumverba.it, presenterebbe molte aperture rispetto al bozzetto originale, in cui risulta invece più compatto.

“Sono stati spesi soldi che potevano essere destinati per altre necessità più urgenti – hanno detto i consiglieri nel corso dell’incontro con i giornalisti -. L’obiettivo non è stato assolutamente raggiunto, con un albero oggettivamente brutto e contestato dalla maggioranza dei lancianesi. In periodi più prosperi sono stati realizzati alberi di Natale a costo zero per l’Amministrazione. Inoltre l’attuale allestimento non potrà essere in alcun modo riutilizzato”. L’albero ha avuto per il Comune un costo di cinque mila euro. La realizzazione è stata affidata all’associazione culturale Arena7.

Articoli più letti

Ultimi articoli