The news is by your side.

“La scuola è come la famiglia”: il messaggio del sindaco Biondi per l’inizio del nuovo anno scolastico

2

L’Aquila. “La scuola è come la famiglia. Qualche giorno fa, in occasione della chiusura della Perdonanza Celestiniana, ricordai che la famiglia è il luogo da cui la vita si genera, nella comunione delle anime e nell’amore reciproco. E la scuola è l’altro pilastro insostituibile della società: il luogo in cui si genera l’istruzione e la conoscenza, allo scopo di assicurare una sana crescita delle nuove generazioni e di prepararle agli impegni futuri. Con questa riflessione, auguro di cuore a tutte le ragazze e i ragazzi, ai docenti, ai dirigenti e al personale Ata un buon inizio del nuovo anno scolastico”. Inizia così il messaggio del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, agli studenti, ai docenti, ai dirigenti e a tutto il personale delle scuole, in occasione della riapertura per l’anno scolastico 2018-2019.

“E’ innegabile che l’esordio di questo anno scolastico riproponga difficoltà e problemi, con sedi provvisorie e, in alcuni casi, con differenti dislocazioni per un singolo istituto – ha proseguito il sindaco Biondi – ma, si creda, lo sforzo compiuto dalle istituzioni per garantire a tutti i docenti e allievi di poter frequentare le lezioni in ambienti a norma è stato notevole. In un momento così complesso, la collaborazione tra gli enti che hanno, tra i loro compiti, l’assicurazione del diritto allo studio è stata efficace. Con il risultato di poter iniziare e proseguire lo svolgimento delle lezioni in modo regolare, pur con qualche disagio”.

 “A ciò va aggiunto – ha osservato il Sindaco – che finalmente si stanno muovendo concretamente i programmi per alcune scuole del territorio: è stato firmato il contratto per i lavori all’edificio di Arischia, è arrivato a conclusione il percorso partecipativo per la nuova scuola di Sassa, sono in corso le opere per la Mariele Ventre di Pettino e sta per partire il concorso progettuale per il nuovo polo scolastico Gignano-Torretta-Sant’Elia”.

“Carissime ragazze e carissimi ragazzi – ha detto ancora Biondi – il vostro impegno nelle attività educative che riprendono deve essere sempre al massimo. Lo studio è dedizione e sacrificio, ma non c’è altro modo per essere protagonisti nella scuola, nel vivere quotidiano e nel mondo di domani. Perché, tra qualche anno, sarete voi al timone della città, della regione, del Paese e solo lo studio affrontato con serietà vi metterà in condizioni di raggiungere questo obiettivo”

“A tutti voi, alle vostre famiglie, ai dirigenti scolastici, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola, che ringrazio per l’incessante e proficuo lavoro svolto per il benessere dei nostri allievi – ha concluso il Sindaco Biondi – rinnovo  dunque l’augurio sincero e affettuoso di uno splendido anno scolastico. In bocca al lupo”.

Articoli più letti

Ultimi articoli