The news is by your side.

La classifica degli abruzzesi più influenti del 2020: in testa Gianni Caravelli, nuovo capo dei servizi segreti

La classifica riporta l'elenco delle persone più influenti della regione Abruzzo per l'anno 2020

685

Come ogni anno ecco a voi l’attesissima classifica dei personaggi abruzzesi più influenti, attualizzata in base all’anno che sta per finire. Per questo 2020, oltre agli onnipresenti rappresentanti istituzionali e agli imprenditori dei settori industriali e alimentari, ci sono  inevitabilmente molte posizioni della classifica occupate da medici o personaggi che in un modo o nell’altro ci hanno accompagnato durante quest’anno di pandemia.

L’elenco è stato creato valutando numerosi fattori e tenendo anche conto dei personaggi presenti nelle classifiche degli anni precedenti. I nomi sono stati votati da una rappresentanza di diverse centinaia di lettori di AbruzzoLive. A questi nominativi sono stati quindi assegnati punteggi di “peso” estrapolando e incrociando gli articoli di cronaca del 2020, che hanno tenuto conto del grado di popolarità su media e social, per poi incrociarli secondo l’ambito d’influenza. Infine è stato assegnato un coefficiente maggiore in base a ciò che il personaggio ha fatto di rilevante per il sociale, per la cultura, per l’arte, lo sport o la comunicazione, in special modo per l’anno in corso. Tutti questi parametri hanno dato vita alla classifica che segue:

1) Gianni Caravelli. Il numero uno del 2020 è l’attuale capo dei servizi segreti, voluto e nominato dal premier Conte a maggio, che in pochi mesi si è già fatto notare portando a termine le difficili trattative per la liberazione di Silvia Romano e quella dei pescatori di Mazara del Vallo imprigionati in Libia. Nato a Frisa, quindi abruzzese doc, il cinquantanovenne ha dimostrato più volte di avere l’esercito nel cuore e l’intelligence nel sangue, anche su teatri di guerra delicatissimi come quelli di Afghanistan e Iraq. Da buon abruzzese è testardo e tenace, ma chi conosce Caravelli da vicino dice che è un lavoratore infaticabile, molto brillante e un uomo di grandi capacità istituzionali.

2) Niko Romito è di nuovo sul podio della classifica. Da quel lontano 2014, anno in cui conquistò le celebri tre stelle Michelin, lo chef del celebre ristorante Reale è da sempre presente nella top-ten degli abruzzesi più influenti. Romito nel suo palmares ha anche 3 forchette della Guida Gambero Rosso, 5 cappelli della Guida de L’Espresso, e più volte il suo ristorante di Castel Di Sangro è stato eletto al primo posto della classifica “Ristoranti d’Italia”. Nel 2019 Romito aveva guadagnato una nuova stella Michelin, ma con il suo nuovo ristorante di Pechino, aperto all’interno del Bvlgari Hotel. Quest’anno non sono mancate le polemiche per il finanziamento mancato della Regione Abruzzo per il suo progetto culinario di creare un’accademia della cucina, ma Niko ha di nuovo azzittito tutti con il suo nuovo temporary store chiamato “Bomba”, che a Pescara ha fatto mettere in fila migliaia di abruzzesi per le sue buonissime bombe calde.

3) Walter Tosto, che nel 2015 era stato il vincitore della classifica, anche quest’anno si piazza sul podio. Il Gruppo Tosto, che nel 2020 festeggia i sessant’anni di attività, ha messo un bonus di 600 euro in busta paga ai suoi dipendenti, come ringraziamento per aver reso grande l’azienda. Un bel gesto, che vale ancora di più in questo difficile periodo economico che sta attraversando la nostra nazione e non solo. Ma soprattutto il gruppo di Walter Tosto anche nel 2020 ha firmato diversi progetti da “Guinnes dei primati”, come i due reattori per la raffinazione realizzati per una società tailandese, tra i più grandi mai costruiti dall’uomo. Per passione, è non è poco, la società abruzzese ha realizzato la Vespamorino, un esemplare unico dell’iconico scooter della Piaggio, completamente disegnata e realizzata dalla Walter Tosto Spa. L’ennesima conferma, insomma, che la passione conta ed è contata in 60 anni di carriera per un gruppo fiore all’occhiello dell’imprenditoria abruzzese e italiana, leader mondiale nei grandi impianti di caldareria per l’Oil e Gas, in grado di competere ad armi pari con colossi come Hyundai e Mistsubishi.

4) Elisa Coclite, in arte Casadilego, è stata la vincitrice 2020 di X-Factor. La diciassettenne cantante abruzzese, di Montorio, ha conquistato il cuore dei telespettatori e ha stravinto il celebre programma di Sky con il suo singolo “Vittoria”. Elisa è molto seguita anche su Instagram, dove dopo la vittoria di X Factor ha ormai più di 200k follower.

5) Antonella Santuccione Chadha. E’ nata a Penne ma oggi vive a Zurigo, dove la patologa e neuroscienziata abruzzese con esperienza in psichiatria, è stata eletta donna dell’anno dalla rivista svizzera “Woman in business”. Come ricercatrice gestisce insieme ad un team di venticinque donne una fondazione che studia le malattie della mente e del cervello. La ricercatrice, inoltre, è molto attiva e sensibilizza le star di Hollywood e di Bollywood, insieme alle quali si batte per un accesso equo alle cure.

6) Claudio D’Amario. Finito recentemente al centro delle polemiche sulla mancata attivazione  di un piano pandemico nazionale aggiornato, ex direttore Generale alla prevenzione del Ministero della Salute, è stato nominato a dicembre dello scorso anno nuovo direttore del Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo. Ha quindi gestito l’emergenza sanitaria in Abruzzo. Nato a Francavilla a Mare, è stato presidente dell’Osservatorio sul gioco patologico  dal 2018 e amministratore straordinario dell’Ospedale Israelitico di Roma da gennaio 2017. Da gennaio 2016 a febbraio 2018 è stato sub commissario ad acta della Regione Campania per l’attuazione del piano di rientro. Dal 2009 al 2016 è stato direttore generale della Asl di Pescara. Precedentemente ha ricoperto vari incarichi come dirigente medico nelle Asl della Regione Abruzzo.

7) Remo Rapino. Lo scrittore abruzzese, nato a Casalanguida, con il suo “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” quest’anno si è portato a casa il Premio Campiello ed è candidato al Premio Strega. Lo scrittore, già docente di filosofia e storia in un liceo, ci ha fatto rivivere un bellissimo ed emozionante spaccato del Novecento attraverso gli occhi del protagonista, Bonfiglio Liborio, che da tutti veniva considerato il matto del paese, una “cocciamatte”.

8) Donatella Di Pietrantonio. La scrittrice quest’anno ha pubblicato con Einaudi “Borgo Sud”, il seguito del celebre romanzo “L’arminuta”, con cui nel 2017 si era già aggiudicata il Premio Campiello. Qualche mese fa sono iniziate le riprese per il film dell’arminuta, con una produzione italo-svizzera, che con la regia di Giuseppe Bonito porterà finalmente sul grande schermo le avventure narrate dalla bravissima scrittrice abruzzese.

9) Paolo Fazii. Il virologo pescarese ha avuto un ruolo determinante in Abruzzo nell’ambito della lotta al virus. E’ infatti  direttore dell’Unità operativa complessa di Microbiologia e virologia clinica dell’ospedale Santo Spirito di Pescara ma anche  direttore del laboratorio della Asl di Pescara. Il virologo pescarese ha dato un apporto importante soprattutto nella prima fase della pandemia in Abruzzo. Più volte si è pubblicamente appellato alla popolazione  al rispetto dei comportamenti sociali e delle buone pratiche contro la diffusione del coronavirus.

10) Davide Cironi. Il celebre fondatore del “Drive Experience”, un canale YouTube con milioni e milioni di visualizzazioni, quest’anno è sbarcato in televisione con “Dal pollaio alla pista”, una seguitissima trasmissione che va in onda su Motor Trend, il canale televisivo dedicato ai motori di Discovery Italia. Aquilano, classe 1987, Davide nella sua città ha aperto anche il “RollBar”, un punto di riferimento per gli appassionati di auto sportive. Su Amazon è possibile trovare i suoi libri, ma il suo progetto più importante è forse la “Drive Experience Academy”, una scuola fondata insieme a Loris Bicocchi che forma nuovi collaudatori.

Il resto della classifica vede tanti altri personaggi e volti noti della nostra regione, a cominciare dall’11° posto di Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila, che sotto la sua guida ha fatto riconoscere la perdonanza celestiniana come patrimonio dell’Unesco. Al 12° posto c’è Giacomo Ferrara, l’attore che nella serie Suburra interpreta Spadino. Immancabile ai piani alti della classifica anche la senatrice Stefania Pezzopane (13°), in buona compagnia con altri politici come il presidente della regione Marco Marsilio (21°), Luciano D’Alfonso (23°) e Giovanni Legnini (26°), che quest’anno è stato nominato commissario straordinario per la ricostruzione nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Sempre tra i rappresentanti istituzionali ci sono il vicepresidente della Regione Emanuele Imprudente (27°), Silvio Paolucci (29°), il sindaco di Pescara Carlo Masci (30°), Guido Liris (34°), il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri (37°), Domenico Pettinari (39°), il deputato Luigi D’Eramo (46°), Gianluca Castaldi (47°), Sara Marcozzi (51°), l’immancabile Gianni Letta (62°) e il giovane sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto (64°)

Molti anche i medici o i personaggi legati all’ambiente medico che quest’anno, causa pandemia, occupano posizioni di rilievo nella classifica abruzzese, a cominciare dal 14° posto di Giustino Parruti, seguito da Alberto Albani (16°), dall’ufficiale medico dei carabinieri, il neurochirurgo Francesco Abbate (32°) e da Nicoletta Verì (33°), assessore alla salute della Regione Abruzzo.

Il mondo dell’imprenditoria è presente anche con Carlo Toto (17°), Sergio Dompé (57°) e Gregorio Rotolo (59°), e molti sono anche gli imprenditori in classifica legati a tutto ciò che gira intorno al cibo e all’enograstronomia, come Francesca Cardarelli (15°) titolare del celebre “Penelope a Mare” di Pescara, il re della pasta Giuseppe Adolfo De Cecco (22°), il patron dei McDonald Gaetano Miranda (24°), la regina dei vini Marina Cvetic (35°), lo chef William Zonfa (38°), Maria Stefania Peduzzi di Rustichella d’Abruzzo (44°) e l’immancabile Emidio Pepe (60°).

Una menzione d’onore per due personaggi, che seppur non sono abruzzesi di nascita, secondo noi meritano un posto d’onore in questa classifica: Mike Pompeo (18°), che dopo aver occupato il primo posto honoris causa l’anno scorso, quest’anno dopo la mancata rielezione di Trump è scivolato un po’ in classifica.  Subito dopo di lui si piazza Daniele Kihlgren (19°) l’imprenditore italo-svedese che è riuscito nell’ardua impresa di rilanciare il piccolo borgo di Santo Stefano di Sessanio e di farlo diventare un piccolo punto di riferimento nel turismo mondiale.

Per lo sport c’è il giovanissimo ciclista Giulio Ciccone (20°), che ha partecipato al Giro d’italia e quest’anno sembra stia per chiudere un importante contratto con la Movistar, seguito dall’allenatore Eusebio Di Francesco (49°) e  dall’immancabile calciatore Marco Verratti (50°). Ben rappresentati anche i giornalisti, che trovano il presidente dell’ordine regionale Stefano Pallotta (54°), mentre per i religiosi ci sono gli arcivescovi Emidio Cipollone (42°) e Giuseppe Petrocchi (61°) e Bruno Forte (63°).

Tra gli artisti e i personaggi dello spettacolo troviamo anche Gino Bucci dell’Abruzzese fuori sede (25°), l’attore porno Rocco Siffredi (28°), il cantante Fabio Clemente di Takagi e Ketra (31°), l’influencer Laura Manfredi (36°), il divertentissimo presentatore televisivo Gianfranco Semproni (40°), l’artista Franco Summa (41°), la scrittrice aquilana Maria Grazia Lopardi (43°), il violoncellista Enrico Melozzi (45°), l’immancabile Bruno Vespa (48°), l’editore Paolo De Siena (52°), il designer Luca Di Francescantonio (53°), l’influencer Ruggero Pasquarelli (55°) e il comico Maccio Capatonda (58°).

Di seguito la classifica completa:

1 – Gianni Caravelli
2 – Niko Romito
3 – Walter Tosto
4 – Elisa Coclite (Casadilego)
5 – Antonella Santuccione Chadha
6 – Claudio D’Amario
7 – Remo Rapino
8 – Donatella Di Pietrantonio
9 – Paolo Fazii
10 – Davide Cironi
11 – Pierluigi Biondi
12 – Giacomo Ferrara
13 – Stefania Pezzopane
14 – Giustino Parruti
15 – Francesca Cardarelli
16 – Alberto Albani
17 – Carlo Toto
18 – Mike Pompeo
19 – Daniele Kihlgren
20 – Giulio Ciccone
21 – Marco Marsilio
22 – Giuseppe Adolfo De Cecco
23 – Luciano D’Alfonso
24 – Gaetano Miranda
25 – Gino Bucci (L’abruzzese fuori sede)
26 – Giovanni Legnini
27 – Emanuele Imprudente
28 – Rocco Siffredi
29 – Silvio Paolucci
30 – Carlo Masci
31 – Fabio Clemente (Takagi e Ketra)
32 – Francesco Abbate
33 – Nicoletta Verì
34 – Guido Liris
35 – Marina Cvetic
36 – Laura Manfredi
37 – Lorenzo Sospiri
38 – William Zonfa
39 – Domenico Pettinari
40 – Gianfranco Semproni
41 – Franco Summa
42 – Emidio Cipollone
43 – Maria Grazia Lopardi
44 – Maria Stefania Peduzzi
45 – Enrico Melozzi
46 – Luigi D’Eramo
47 – Gianluca Castaldi
48 – Bruno Vespa
49 – Eusebio Di Francesco
50 – Marco Verratti
51 – Sara Marcozzi
52 – Paolo De Siena
53 – Luca Di Francescantonio
54 – Stefano Pallotta
55 – Ruggero Pasquarelli
56 – Lucia Arbace
57 – Sergio Dompé
58 – Maccio Capatonda
59 – Gregorio Rotolo
60 – Emidio Pepe
61 – Giuseppe Petrocchi
62 – Gianni Letta
63 – Bruno Forte
64 – Gianguido D’Alberto
65 – Camillo D’Alessandro

Articoli più letti

Ultimi articoli