The news is by your side.

Individuati e denunciati dalla Digos i due giovani ritenuti responsabili dell’aggressione neofascista

5

Pescara. Individuati e denunciati dalla Digos di Pescara i due giovani ritenuti responsabili dell’aggressione a sfondo neofascista avvenuta nella notte tra il 20 e il 21 maggio davanti ad un circolo Arci di Pescara Vecchia: si tratta di un 24enne ed un 25enne che vivono rispettivamente nel capoluogo adriatico e a Silvi (Teramo). I due, che al momento sono indagati per lesioni, secondo gli accertamenti appartengono all’area di estrema destra. A loro gli uomini della Digos di Pescara, diretti da Leila Di Giulio, sono arrivati dopo le indagini del caso. Quanto accaduto è stato ricostruito non solo grazie alla visione delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona, ma anche attraverso l’ascolto delle due vittime e dei testimoni presenti. Stamani, su delega del procuratore aggiunto Gennaro Varone,

la Digos ha eseguito una perquisizione domiciliare in casa dei due giovani, a Pescara e a Silvi. Si è proceduto al sequestro di materiale d’area, tra cui libri e documenti su fascismo, nazismo, Mussolini ed Hitler, e di una mazza. I due giovani, uno studente e un lavoratore, nella notte tra il 20 e il 21 maggio, secondo la ricostruzione, erano entrati nel circolo Arci definendosi razzisti e fascisti. Invitati ad uscire, all’esterno del locale avrebbero aggredito due persone, entrambe finite in ospedale, una con prognosi di 20 giorni. Sull’episodio proseguono gli accertamenti della Digos.

Articoli più letti

Ultimi articoli