The news is by your side.

In crescita i numeri del Centro Sportivo Italiano – L’Aquila: i vantaggi di diventare affiliato

168

Lo sport come educazione, crescita, impegno e aggregazione sociale. E’ questo il motore che muove tutta la macchina del Centro Sportivo Italiano – delegazione L’Aquila, una associazione senza scopo di lucro fondata sul volontariato che, come ha spiegato il presidente Luca Tarquini ai microfoni di MarsicaLive e AbruzzoLive, ha un’ispirazione alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio.

Fino ad ora vi abbiamo presentato diversi aspetti legati a questa importante realtà, parlandovi di quanto sia fondamentale la formazione in ogni ambito sportivo ma anche la promozione di eventi di e manifestazioni informative o di sensibilizzazione di tematiche attuali e l’organizzazione di attività sportive sul territorio.

Ad oggi il Centro Sportivo Italiano conta 12.708 società sportive e 1.354.072tesserati, numeri che testimoniano la storicità e la fiducia che in molti ripongono in questa associazione.

Ma sapete quali sono i vantaggi per le società affiliate al Centro Sportivo Italiano – L’Aquila?

 

  • Assicurazione infortuni invalidità permanente e morte per la pratica di tutte le attività motorie e sportive

 

  • Possibilità per il tesserato di partecipazione a tutte le attività nazionali, regionali e provinciali del C.S.I.

 

  • Riduzioni al 50% delle tasse sulla pubblicità.

 

  • Esenzione fiscale attività sportive ed istituzionali sociali o ricreative svolte verso i tesserati (art. 148 del TUIR comma 3 e circ. Min. Finanze 124/e/98) solo per associazioni regolarmente costituite. (dgls 460\97)

 

  • Esenzione fiscale bar sociale (art. 148 del TUIR comma 5 e circ. Min. Finanze 124/e/98) solo per associazioni regolarmente costituite.

 

  • Applicazione normativa dei compensi erogabili per prestazioni sportive dilettantistiche agli allenatori ed istruttori o ai direttori che partecipano all’attività sportiva con i benefici della legge 342/2000, art. 37 (dpr 22/12/86 n. 917 art. 81 comma 1 lettera mart. 83 comma 2) fino a € 10.000,00 per anno in esenzione di imposte (anche irap), ritenute d’acconto; enpals inail solo per attività sportive ed associazioni o società regolarmente costituite ed in regola con l’art. 90 della finanziaria 2003.

 

  • Applicabilità ad eventuali attività commerciali poste in essere (quali ad esempio vendita di abbigliamento sportivo, pubblicità, sponsorizzazioni) del regime agevolato previsto dalla legge 398/91 (iva al 50% calcolo imposte solo sul 3% del fatturato).

 

  • Agevolazioni del credito sportivo per acquisizione, costruzione o ristrutturazione di un centro sportivo.

 

  • Possibilità di ottenere dagli enti locali contributi per le manifestazioni sportive e sociali.

 

  • Possibilità per associazioni e circoli di somministrare alimenti e bevande alcoliche, in deroga ai piani comunali (previo nulla osta rilasciato dal CSI.)

 

  • Organizzazione di corsi per dirigenti, tecnici, istruttori, giudici di gara in base al regolamento CONI/EPS con titoli riconosciuti anche dalle diverse leggi regionali.
  • Esenzione del pagamento dell’imposta sugli intrattenimenti sulle quote ed i contributi associativi (legge 383/2000).

 

  • Esenzione delle imposte sui proventi derivanti da prestazioni di servizi e cessioni dei beni effettuate a favore dei familiari conviventi dei tesserati associati (legge 383/2000).

 

  • Possibilità di detrazione dal reddito delle persone fisiche delle iscrizioni e abbonamenti per i figli minori (5 – 18 anni) alle a.s.d. fino a € 210,00 annue (comma 319 legge 27/12/2006 n. 296).

 

  • Possibilità di ottenere dalle aziende corrispettivi in denaro o natura che fino all’importo di € 200.000,00 costituiscono per le medesime spese di pubblicita’ e sono quindi totalmente deducibili dal reddito di impresa.

 

  • Possibilità di ottenere dalle persone fisiche contributi liberali in denaro che fino a € 1.500,00 sono deducibili dal reddito dell’erogante.

 

  • Corsia preferenziale nell’affidamento in gestione degli impianti pubblici e delle palestre, aree di gioco ed impianti sportivi scolastici (legge 289/2002, art. 90 commi 25 e 26).

“Nonostante il blocco delle attività sportive dovuto al Covid-19, devo dire che abbiamo registrato un incremento di affiliazione da parte di associazioni e società sportive da ogni zona della provincia dell’Aquila. Questo”, ci ha raccontato il presidente del CSI-L’Aquila, Luca Tarquini, “ci fa ben sperare nella ripresa di tutte le attività avendo constatato la voglia di tornare a vivere una vita normale fatta di relazioni, sport, vita sociale e soprattutto salutare, non solo fisica ma anche mentale. Oggi affiliarsi al CSI-L’Aquila significa entrare a far parte di una grande famiglia fatta di sport, servizi, etica e professionalità. Siamo in forte crescita e lo dimostrano i numeri. Grazie alla nostra espansione avremo la forza e possibilità presto di organizzare tornei, campionati, manifestazioni e/o eventi provinciali per poi accedere alle successive fasi regionali e nazionali. Per rimanere aggiornato sui prossimi eventi, è possibile consultare il nostro sito e tutti i canali social”.

#adv #advertising

Articoli più letti

Ultimi articoli