The news is by your side.

Il ritorno ai “Sali e Tabacchi”: da settembre disponibile il cibo tipico in tabaccheria

344

L’Aquila. Una rivisitata esaltazione del prodotto gastronomico locale, all’interno dei punti vendita dediti al mercato del tabacco, del gioco e dintorni. Dalle nocciole di Giffoni alla pasta di Gragnano Igp, alle olive di Gaeta, fino agli oli toscani e pugliesi e le bibite di agrumi calabresi. La tipicità agroalimentare italiana sbarcherà sul banco delle tabaccherie, tanto per non rinnegare la vocazione alimentare di questi esercizi un tempo conosciuti come ‘Sali e Tabacchi’ per l’esclusiva dei Monopoli di Stato, ma soprattutto per aiutare i piccoli e medi produttori agricoli a trovare nuovi sbocchi di mercato e i tabaccai a compensare la crisi del fumo. È’ l’iniziativa ‘Tipicità in Tabaccheria’ che viene presentata domani da Agrocepi e Uit, federazioni dell’agroalimentare e dei tabaccai aderenti a Cepi (Confederazione europea piccole imprese), e realizzata in collaborazione con Soleo, azienda di commercializzazione e logistica alimentare e Ita-International tobacco agency. Si partirà da settembre in 23 mila tabaccherie. Come spiega il presidente di Agrocepi, Corrado Martinangelo, l’iniziativa vuole essere: “Una grande alleanza a favore del prodotto 100% italiano che sarà sotto il nostro marchio ‘La Bella e Buona Italia’ con certificazione rilasciata dalla piattaforma blockchain Authentico”.

Non ci sarà alcuna concorrenza al negozio alimentare di prossimità o altro esercizio commerciale, tiene a precisare Martinangelo: “La nostra è una proposta di eccellenza medio-alta per un consumatore consapevole e gourmet e per i tanti turisti che vogliono scoprire le specialità enogastronomiche del Bel Paese”. Il paniere di tipicità selezionato da Soleo farà bella mostra in spazi dedicati a partire da settembre, ma anche sul sito tipicitaintabaccheria.it  permettendo con un semplice click di portare a casa un prodotto territoriale magari assaggiato in una località di vacanza. “Con questo progetto”, afferma il presidente Uit-Unione italiana, tabaccai Pasquale Genovese, “pensiamo di dare un servizio utile e di valore, rappresentiamo la territorialità e proponiamo prodotti sostenibili e certificati, andando a rafforzare il riconoscimento della tabaccheria come negozio di vicinato che offre un’ampia gamma di servizi e prodotti al cittadino”. Tabaccai più ‘versatili’, sulla scia di quanto sta avvenendo anche in Francia e Germania, “in un processo di trasformazione”, come fa notare il direttore Ita, Roberto Urbano, spiegando che “quando abbiamo presentato l’iniziativa ai nostri clienti c’è stata subito una risposta entusiastica, un’operazione che esalta l’italianità, anche in antitesi all’e-commerce dei giganti del web e alle multinazionali della Grande distribuzione organizzata”. 

Articoli più letti

Ultimi articoli