The news is by your side.

Il partito comunista di Teramo ricorda il 97esimo anniversario della fondazione

5
sdr

Teramo. Il Partito Comunista di Teramo è fortemente impegnato da giorni nella raccolta firme per la presentazione delle liste del PC alle prossime elezioni politiche nazionali. Nonostante l’enorme carico organizzativo per le elezioni non possiamo rinunciare al ricordo del 21 Gennaio 1921 ovvero alla celebrazione del 97° anniversario della fondazione del Partito Comunista d’Italia. Il Partito Comunista di Teramo saluta con onore questa data: ricorrenza che consegna alla storia ed anche alla contemporaneità 97 anni di azioni, battaglie e lotte del proletariato e di chi resta sensibile ai valori del progresso civile, dell’emancipazione dei lavoratori e della giustizia sociale.Il Congresso di Livorno del Partito Socialista Italiano che si tenne al Teatro Goldoni dal 15 al 21 gennaio 1921 segnò la rottura irreversibile con i socialisti “massimalisti” di Serrati e quelli “riformisti” di Turati.  Si ebbe dunque la necessità, in quel periodo storico, di creare il “Partito Comunista d’Italia – sezione dell’Internazionale comunista”, definito già da Umberto Terracini: “Il partito di classe, che non si lascia sorpassare dagli eventi, ma li studia e li guida verso una meta, rivendicando l’onore delle battaglie nello stesso Partito Socialista”. Al Teatro San Marco di Livorno, il 21 gennaio 1921, si riunì l’assise del Primo Congresso del Partito Comunista d’Italia dove si dette l’avvio alla vita politica del nuovo partito. Una forza politica che seppe vivere ed operare nella clandestinità sotto il ventennio fascista, pagando il più alto tributo di sangue con la morte sotto il regime dello stesso Antonio Gramsci, uno dei suoi fondatori, svilito e debilitato da anni di carcere duro e con l’arresto e il confino di tanti suoi dirigenti, attivisti e militanti.

Il Partito Comunista organizzò l’opposizione al nazi-fascismo, attraverso la resistenza partigiana e la lotta di liberazione. Nel dopoguerra il Partito Comunista diede prova di straordinaria saggezza politica nella stesura della Costituzione Repubblicana democratica ad antifascista, dimostrando grande responsabilità e fermezza anche in momenti difficili come nei giorni del grave attentato a Togliatti nel 1948, quando si sfiorò di fatto la Rivoluzione. Ma anche durante i terribili anni del periodo oscuro del terrorismo e della “strategia della tensione” ancorandosi alle altre forze democratiche e diventando un baluardo dei valori racchiusi nella Carta Costituzionale, per la salvezza del Paese. Un Partito che restò sempre in prima linea nello scenario politico italiano, per tutta la stagione della Segreteria di Luigi Longo ed Enrico Berlinguer, comprovando il suo continuo sviluppo con la grande crescita del consenso elettorale che arrivò anche al massimo storico del 34,4% dei voti, con un italiano su tre che votava comunista. Oggi tante cose sono cambiate, ma noi comunisti sentiamo ancora attuale quella risposta che Palmiro Togliatti diede ai militanti il 21 gennaio 1921, su quale sarebbe stato il futuro: “Noi non sappiamo quale sarà il domani, ma sappiamo che oggi, per noi, è giorno di propositi, di volontà e di azione.” Il Partito Comunista di Teramo, nel ricordo del 97°anniversario della fondazione del Partito Comunista d’Italia lancia quindi un appello a tutti i Compagni per sottoscrivere con la propria firma le liste del Partito per le prossime elezioni politiche nazionali. Tutti coloro che sono interessati a firmare in Provincia di Teramo per far tornare la falce e il martello sulle schede elettorali, possono contattare il numero: 3453384197.

Articoli più letti

Ultimi articoli