The news is by your side.

Il miele di coriandolo del Chietino scala le classifiche mondiali conquistando il palato di molti buongustai

4

Chieti. E’ il miele rivelazione degli ultimi anni, che sta conquistando il palato di molti buongustai per il suo sapore aromatico e delicato al tempo stesso. Al prestigioso concorso internazionale del miele “Roberto Franci”, che si svolgera’ a Montalcino in occasione della 42esima Settimana del Miele in programma nel prossimo weekend, non poteva che essere Apicoltura Luca Finocchio di Tornareccio (Chieti) ad aggiudicarsi il primo posto proprio per il miele di coriandolo, convincendo – si legge in una nota – il rigoroso panel di degustatori iscritti all’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele e sbaragliando una concorrenza agguerrita. Un riconoscimento – si legge sempre nella nota – che e’ valso anche il terzo posto assoluto, nell’ambito della classifica generale che premia le aziende che contribuiscono con la loro qualita’ alla conoscenza dei mieli italiani. Il miele di coriandolo di Apicoltura Luca Finocchio continua, cosi’, il suo momento magico: la commissione che ha selezionato i prodotti chiamati a rappresentare il meglio dell’enogastronomia Made in Italy alla rassegna GourmArte 2018, in programma a dicembre a Bergamo, ha eletto questo miele “testimone di eccellenza”, attribuendo all’azienda di Tornareccio il riconoscimento di “Esploratore del Gusto” per il 2018. “Abbiamo intrapreso la produzione di miele di coriandolo – commenta Luca Finocchio – con l’entusiasmo che ci caratterizza da sempre, in virtu’ di un’esperienza che ci permette di individuare le migliori fioriture da cui trarre un nettare di qualita’. Il primo posto a Montalcino, insieme al riconoscimento di GourmArte, e’ la consacrazione di questa scelta, che contribuisce a rendere la nostra produzione ancora piu’ varia e ricercata. Lieti di essere alfieri del Made in Italy. E grazie di cuore a quanti credono e sanno distinguere la vera qualita’”.

Articoli più letti

Ultimi articoli