The news is by your side.

Il colonnello Mirante nuovo comandante del Provinciale carabinieri dell’Aquila: “Massimo impegno per il territorio”

117

L’Aquila. Si è insediato ufficialmente al comando del Provinciale dei carabinieri dell’Aquila, il colonnello Nicola Mirante, che ha preso il posto del colonnello Nazareno Santantonio, trasferito a Roma per dirigere un reparto della Direzione Investigativa Antimafia. “Mi impegnerò al massimo per servire il territorio”, ha detto questa mattina presentandosi alla stampa.

Nato a Salerno il 1° gennaio 1977, è coniugato con due figli. Ha iniziato il suo percorso professionale all’età di 15 anni con la Scuola Militare Nunziatella di Napoli (1992-1995) per poi successivamente entrare nell’Arma dei Carabinieri frequentando l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri.

Nel suo intervento il colonnello Mirante ha sottolineato l’impegno dell’Arma anche nei temi ambientali.

Dopo la formazione di base, il colonnello Mirante ha consolidato la propria esperienza professionale in diverse aree sensibili del territorio nazionale, con particolare riferimento al contrasto della criminalità organizzata e alla sicurezza personale. Già Comandante della 1^ Compagnia del 12° Battaglione in Sicilia, poi Comandante della Compagnia di Avellino e del Reparto Operativo di Caserta, il Colonnello Mirante prima di approdare al Comando del Provinciale di L’Aquila ha anche svolto diversi incarichi nell’ambito dello Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, presso l’Ufficio Operazioni e l’Ufficio Personale Marescialli.

Laureato in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma e in Scienza della Sicurezza Interna e Internazionale presso l’Università Tor Vergata di Roma, ha frequentato numerosi corsi in materia di criminalità organizzata, terrorismo e immigrazione clandestina svolti in Italia e all’estero (Developing Border Protection Management Strategies in Counter to Illicit Migration, Trafficking & Terrorist Networks Seminar – organizzato ad Atene dalla “George C. Marshall” European Center for Security Studies; Corso sul Terrorismo e sul Crimine Organizzato” presso CEPOL – European Union Agency for Law Enforcement Training, ecc.).

Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, nonché destinatario del PREMIO SALVO D’ACQUISTO concesso il 22 settembre 2018 dal Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri per essersi “particolarmente distintosi per lo spiccato spirito di umana solidarieta’ dimostrato nell’attivita’ di servizio” e del PREMIO INTERNAZIONALE NASSIRIYA PER LA PACE conferito per essersi distinto nel campo sociale e civile ed in particolare per la promozione della pace, è insignito tra l’altro, della Medaglia d’Argento al Valor Civile concessa dal Ministro dell’Interno il 21 maggio 2021 per aver salvato una famiglia rimasta intrappolata all’interno della propria abitazione avvolta dalle fiamme durante un violento incendio boschivo.

Le numerose attività di contrasto alla criminalità organizzata e comune, svolte durante i periodi di comando presso reparti operanti in territori caratterizzati da elevato indice di delittuosità, lo hanno inoltre riconosciuto meritevole di tre Encomi, di cui uno Solenne, concessi per aver diretto complesse ed articolate attività’ di indagine nei confronti di agguerriti sodalizi camorristici.

Articoli più letti

Ultimi articoli