The news is by your side.

Giro d’Italia, dimesso dall’ospedale di Avezzano il corridore Mohoric: nessuna frattura

Lo sloveno è caduto in discesa durante la tappa verso Campo Felice

129

Avezzano. E’ stato dimesso ieri sera dall’ospedale di Avezzano il corridore sloveno Matej Mohoric della Bahrain Victorious, caduto in discesa durante la tappa abruzzese del Giro d’Italia verso Campo Felice.

L’atleta è rimasto in osservazione alcune ore per un trauma cranico, poi dagli esami non è emersa alcuna frattura. È stato quindi affidato alla squadra dei medici del Giro.

Bruttissima caduta per Matej Mohoric nella nona tappa del Giro d’Italia 2021, Castel di Sangro-Campo Felice. Il ciclista sloveno della Bahrain Victorious, campione del mondo under 23 nel 2013 a Firenze, aveva allungato sul gruppo compatto e aveva tentato la fuga con altri corridori. Ma, in un tratto in discesa, ha perso improvvisamente il controllo della sua bicicletta ed è stato sbalzato in avanti, cadendo e battendo la testa sull’asfalto.

Lo sloveno è stato soccorso e portato via su una barella e poi in ambulanza, e si può dire che il casco gli abbia salvato la vita. E’ stato portato ieri all’ospedale di Avezzano, e il suo ds Franco Pellizotti ha riferito ai microfoni Rai che “Matej è cosciente, ci ha dato il numero della sua compagna e ci ha chiesto di avvisarla. Questo ci ha un po’ tranquillizzato”.

Il corridore sloveno, dopo la caduta, è stato ricoverato all’ospedale di Avezzano. Secondo quanto si è appresso da fonti sanitarie gli esami strumentali hanno escluso fratture, ma il corridore è comunque in osservazione per il trauma cranico dovuto alla botta ricevuta alla testa. Sul posto sono ancora presenti i sanitari della carovana rosa e i dirigenti della squadra. Non è escluso secondo medici marsicani che il corridore debba passare la notte nell’ospedale per monitorare l’evoluzione del trauma.

Articoli più letti

Ultimi articoli