The news is by your side.

Giorno del ricordo, le iniziative di CasaPound L’Aquila in memoria dei martiri delle Foibe

9

L’Aquila. È fitto il calendario delle iniziative organizzate dalla sezione aquilana di CasaPound Italia in vista del 10 febbraio, Giorno del ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. “Anche quest’anno – afferma Simone Laurenzi, coordinatore regionale del movimento – ricorderemo il sacrificio di migliaia di Italiani che, vittime dell’odio dei partigiani jugoslavi e comunisti di Tito, furono trucidati e infoibati sul confine orientale tra il 1943 e il 1945, così come delle centinaia di migliaia di esuli giuliano-dalmati costretti ad abbandonare le loro terre al termine del secondo conflitto mondiale. Si tratta di una pagina di storia che per troppo tempo la cultura ufficiale ha tenuto nascosta e il cui ricordo è tanto più necessario alla luce dei tentativi di minimizzare o addirittura giustificare l’accaduto, che di recente si sono verificati anche nella nostra città ad opera di un consigliere comunale della sinistra antagonista.”.

“A tali assurde provocazioni – prosegue l’esponente della tartaruga frecciata – la sezione aquilana di CasaPound risponde con l’organizzazione di una «due giorni» ricca di eventi. Si partirà venerdì 9 febbraio alle 17:30 presso la Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, con una delle prime presentazioni a livello nazionale di «Foiba Rossa», il libro a fumetti sulla tragica vicenda di Norma Cossetto, la studentessa italiana violentata e infoibata all’età di 23 anni dai partigiani titini. Il giorno successivo, sabato 10 febbraio, il Blocco Studentesco, organizzazione giovanile di CasaPound Italia, curerà un dibattito sul Giorno del ricordo all’Istituto Tecnico Industriale “Amedeo d’Aosta”. Nel pomeriggio di sabato, infine, con raduno alle ore 18 presso la Fontana Luminosa, si svolgerà il grande corteo in ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, che percorrerà il centro storico della città fino alla Villa Comunale”. “Invitiamo tutti i cittadini aquilani – conclude Laurenzi – a partecipare numerosi, per manifestare ancora una volta la propria vicinanza ai nostri fratelli giuliano-dalmati e per respingere al mittente le intollerabili manifestazioni di odio anti-italiano che qualcuno vorrebbe continuare ad alimentare”.

Articoli più letti

Ultimi articoli