The news is by your side.

Furti in tutto l’Abruzzo con ‘shopper schermata’, agli arresti tre giovanissimi rom

1

L’Aquila. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di L’Aquila, unitamente ad i colleghi della Stazione di L’Aquila hanno denunciato L.D.B., classe ’87, A.F.P., classe ’97 e A.C.A, classe ’91, queste ultime due donne, per furto continuato in concorso perpetrato in danno di esercizi commerciali in tutto l’Abruzzo. carabinieri gazzellaI tre sono stati fermati a bordo di un’auto con targa inglese che gli stessi avevano già in precedenza utilizzato per perpetrare furti in altre zone della regione. Il loro obiettivo preferito erano prevalentemente negozi di articoli per la casa e profumerie. Questi sono stati controllati i giorni scorsi propri in prossimità di un centro commerciale di L’Aquila. Dapprima il controllo si è limitato ai documenti dai quali, però, dall’interrogazione delle banche dati in uso alle forze di polizia, è emerso che i controllati erano gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. La successiva perquisizione personale e veicolare ha quindi consentito di rinvenire una borsa da spesa “schermata” ovvero idonea ad eludere le barriere antitaccheggi cui tutti gli esercizi commerciali sono ormai dotati mentre non sono stati rinvenuti articoli di presumibile provenienza furtiva. I militari hanno quindi pensato che gli stessi si stessero preparando per commettere altri furti nel centro commerciale. Portati presso li uffici di Via del Beato Cesidio sono stati fatti ulteriori accertamenti grazie ai quali i denunciati sono stati ritenuti colpevoli di furti commessi a Carsoli, Lanciano, Silvi Marina e L’Aquila ove sono stati asportati articoli per un totale di circa 2.500 euro. Grazie all’acquisizione di immagini degli impianti di videosorveglianza depredati sono quindi stati riconosciuti i tre rumeni quali responsabili dei furti summenzionati.

Articoli più letti

Ultimi articoli