The news is by your side.

Furti in abitazione, la polizia ferma tre sospettate di etnia rom. Una di loro deve scontare più di 10 anni di reclusione

0

Pescara. Nel pomeriggio di ieri, personale della Squadra Volante è intervenuto presso via d’Annunzio, dove erano state segnalate al 113 tre giovani donne di etnia rom che si erano introdotte furtivamente all’interno di un condominio. Giunti sul posto, i poliziotti hanno effettuato un accurato controllo dello stabile senza riscontrare la presenza delle 3 donne. Sentiti i residenti ed acquisite le descrizioni delle donne, gli agenti sono riusciti a rintracciarle poco lontano presso via Socrate, dove venivano fermate ed identificate per R.M., 22enne, J.S., 35enne e K.V., 23enne di origine balcanica ed etnia rom, tutte già note alle forze dell’ordine e residenti presso campi rom della provincia di Roma.

K.V,. in particolare, cittadina croata, è risultata già conosciuta dai poliziotti in quanto il 9 marzo scorso era stata tratta in arresto in flagranza di reato dalla Squadra Volante per furto in abitazione e contestualmente le veniva applicata misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Ulteriori ed immediati accertamenti di polizia giudiziaria hanno permesso di appurare che la medesima, sotto uno dei tantissimi alias, risultava ricercata in quanto destinataria di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal Tribunale di Messina, essendo stata condannata e dovendo espiare un cumulo di pene per 10 anni e 5 mesi di reclusione, a seguito di numerosissimi reati contro il patrimonio, con particolare riferimento ai furti in abitazione. La ricercata, pertanto, è stata tratta in arresto e condotta presso la casa circondariale femminile di Chieti.

 

 

Articoli più letti

Ultimi articoli