The news is by your side.

Il gelo decora la croce sul Gran Sasso: bufere e vento fino a 90 km orari. Neve anche al mare

679

Gran Sasso foto Art, Craft & Architecture

L’Aquila. Bufera di neve con raffiche di vento fino a 90 chilometri orari sul Gran Sasso. La neve è caduta copiosa, anche se dopo essersi accumulata viene dispersa dal forte vento che soffia da Nord-Est.

La temperatura è -14 gradi centigradi. Viene ritenuta improbabile l’apertura della stazione sciistica di Campo Imperatore. All’Aquila la neve è caduta anche se non eccessivamente, l’abbondante nevicata annunciata per ora non c’è stata. La temperatura è tra 0 e -1 e non ci sono problemi di viabilità. Sulle autostrade A24 e A25 c’è nevischio ma il Compartimento autostradale fa sapere che si circola normalmente.

Temperature a picco, vicine allo zero o di poco superiori anche nelle città di mare. La fase più intensa della perturbazione dovrebbe abbattersi sull’Abruzzo nel corso della notte e per tutta la giornata di domani. Gli accumuli di neve, secondo le previsioni degli esperti, potrebbero essere consistenti anche sulla costa. Nel corso del pomeriggio neve da Pescara a Chieti, da Teramo all’Aquila, con la coltre bianca che ha superato i trenta centimetri di altezza nell’entroterra e nelle zone collinari e il mezzo metro in quelle di montagna. Al momento non si registrano disagi particolari sul fronte viabilità, ma su un tratto dell’autostrada A14 è stato disposto lo stop ai mezzi pesanti. Anche sulle strade statali, fa sapere l’Anas, la circolazione è regolare. Le nevicate stanno interessando soprattutto la provincia dell’Aquila, in particolare la strada statale 17 “dell’Appennino Abruzzese” dove si segnalano rallentamenti a Roccaraso (L’Aquila). Mezzi spargisale e sgombraneve in azione anche sulla strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” e sulla strada statale 260 “Picente”. Non si registrano, fino ad ora, particolari criticità sulla rete elettrica. I tecnici dell’Enel hanno eseguito solo alcuni interventi nel corso della giornata. Permane il presidio rafforzato per tutta la durata dell’ondata di maltempo.

Articoli più letti

Ultimi articoli