The news is by your side.

Frate benedettino muore in spiaggia a seguito di un malore, inutili i soccorsi

33

Casalbordino. 118_soccorso_spiaggiaPadre abate Romano Cecolin era a pochi metri dalla riva quando ha accusato un malore ed è stato visto cadere in acqua. Immediati sono stati i soccorsi per rianimare il monaco benedettino di 77 anni che stava facendo il bagno nella spiaggia di Punta Penna, nella Riserva di Punta Aderci a Vasto. Per il religioso non c’è stato nulla da fare nonostante abbiamo cercato per circa un’ora di rianimarlo, anche con l’utilizzo del defibrillatore. Sono stati alcuni turisti a tirarlo a riva chiedendo l’intervento del bagnino, anche coadiuvato da alcuni medici che erano in spiaggia. Sul posto oltre i sanitari del 118 è giunta l’eliambulanza, che è ripartita vuota. Il monaco benedettino risiedeva in comunità presso la Basilica del Santuario Santa Maria dei Miracoli di Casalbordino. Per rilievi di legge è intervenuto il personale dell’Ufficio circondariale marittimo agli ordini del tenente di vascello Cosimo Rotolo. Sono chiusi in un composto dolore i monaci benedettini della Basilica del Santuario Santa Maria dei Miracoli di Casalbordino. Il distacco è stato così improvviso per non lasciare sgomenti nel ricordare che il Padre Abate il 20 settembre del 2015 in comunità aveva festeggiato 60 anni di vita religiosa e che il 2 gennaio scorso aveva aperto la Porta Santa della Basilica, nell’anno giubilare della Misericordia. Il sindaco di Casalbordino, Filippo Marinucci, appresa la notizia della improvvisa scomparsa del religioso a nome di tutta la comunità, dell’Amministrazione e del personale comunale si è detto “addolorato e costernato per la more di padre Romano, che è stato un punto di riferimento per la città di Casalbordino. Ci stringiamo con un grande abbraccio al dolore dei monaci benedetti per il tramite del priore don Paolo Lemme”.

Articoli più letti

Ultimi articoli