The news is by your side.

Federconsumatori Abruzzo critica il nuovo orario regionale di Trenitalia

10

L’Aquila. Federconsumatori Abruzzo critica il nuovo orario regionale di Trenitalia, in vigore dal prossimo 11 dicembre. Due, in particolare, gli aspetti al centro della contestazione dell’associazione: il fatto che i collegamenti sulla Pescara¬Roma verranno dimezzati e la decisione di prevedere il cambio treno obbligatorio a ++ TAV: BLOCCATO TRENO IN MOVIMENTO A TORINO ++Pescara sulla linea Teramo¬Pescara¬Chieti. “I collegamenti Pescara¬Roma, che sono sempre stati sei andata e ritorno – dice il segretario di Federconsumatori Abruzzo, Tino Di Cicco – verranno completamente dimezzati e diventeranno tre. La dirigenza di Trenitalia dice che la linea non è in grado di accettare più treni e questo è un falso. Da due o tre anni stanno disabilitando le stazioni e ciò può aver ridotto le capacità della linea. Il tutto, mentre si sta implementando il Dirigente centrale operativo (Dco): con un solo dirigente si potrebbe gestire l’intera linea abbattendo i costi e potendo mantenere invariate le stazioni”. Per quanto riguarda il servizio metropolitano Teramo¬Pescara¬Chieti, secondo Federconsumatori “con il nuovo orario succede che a Pescara quasi tutti i treni Teramo¬Chieti verranno spezzati. Questo ¬ sottolinea Di Cicco ¬ vuol dire che per i viaggiatori il tempo di percorrenza aumenta e in alcuni casi perfino raddoppia. E’ cattiveria verso i viaggiatori. Chiediamo che venga ripristinato il servizio integrale, come è sempre stato”.

L’associazione si sofferma anche sul collegamento Frecciarossa PescaraMilano, di cui “gli abruzzesi non possono avvalersi per una questione di orari: sarebbe meglio che il convoglio partisse la mattina e rientrasse di sera e non il contrario, come avviene ora”, conclude il segretario.

Articoli più letti

Ultimi articoli