The news is by your side.

Febbo: piano Schael proietta Asl Chieti fra le migliori. Promosse riduzione tempi attesa e trasparenza

22

Chieti. “La riduzione dei tempi di attesa delle prestazioni sanitarie e della mobilità passiva, la promozione della qualità e dell’appropriatezza dell’assistenza unite a una comunicazione trasparente
e tempestiva, supportate da un miglioramento del sistema informatico e della standardizzazione dell’uso dei dispositivi medici, contribuiranno sicuramente a proiettare la Asl di Lanciano Vasto Chieti tra le migliori d’Italia e a garantire ai cittadini un livello di assistenza degno di un Paese civile”.

Lo dichiara, in una nota, l’assessore alle Attività produttive della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, che promuove il nuovo Piano strategico 2020-22 illustrato dal direttore della Asl, Thomas Schael. “Nel documento sono previsti ben 5 milioni di euro per l’assunzione di nuove figure professionali e 15 milioni di investimenti per infrastrutture moderne e dotate di un avanzato parco tecnologico” aggiunge Febbo “riguardo alla riqualificazione della rete dell’emergenza e del 118, non si tratta di sguarnire le singole postazioni, ma di fare in modo che vi sia un’organizzazione moderna e funzionale in modo che ogni richiesta di assistenza sia assicurata dal personale necessario per quel tipo di intervento, recuperando così medici e infermieri da destinare ai Pronto Soccorso dei Presidi ospedalieri dove ora per una prestazione bisogna aspettare anche 8 ore.

Purtroppo” ricorda Febbo “partiamo da un deficit fortemente negativo a fine 2018, di ben 33 milioni, e una mobilità passiva di 87 milioni, entrambi frutto di un piano strategico scritto della precedente direzione generale e dall’ex assessore Paolucci che, guarda caso, era stato approvato con il silenzio assenso dei due sindaci di Vasto e Lanciano, che oggi votano contro questo piano che invece punta al risanamento e al miglioramento dell’assistenza. La valutazione negativa dei due sindaci è indice di uno strumentale atteggiamento politico” dichiara ancora Febbo “di becera resistenza al cambiamento che invece è necessario e non rinviabile per alzare il livello delle prestazioni nella Asl Lanciano Vasto Chieti attraverso la reingegnerizzazione dei processi e l’utilizzo di moderne tecnologie.

La strategia innestata con il piano è solo la prima fase di un processo molto più ampio che il Governo regionale sta portando avanti in un difficile confronto con il Tavolo di Monitoraggio e soprattutto in considerazione della macelleria sociale avuta in eredità dal Governo D’Alfonso Paolucci e compagni”.

Articoli più letti

Ultimi articoli