The news is by your side.

Famiglia isolata totalmente da 7 giorni a causa del maltempo chiede aiuto su YouTube

5

Cellino Attanasio. Isolati totalmente da sette giorni e parzialmente da 21, a causa di una frana dovuta al maltempo, con due bambini che non vanno a scuola da tre settimane: è la disavventura che sta vivendo una famiglia di Cellino Attanasio, proprietaria di una fattoria. Isolati totalmente da sette giorni e parzialmente da 21, a causa di una frana dovuta al maltempo, con due bambini che non vanno a20150317_93321_3af193302bbaf3de2e8ef22bc407a76b_med scuola da tre settimane: è la disavventura che sta vivendo una famiglia di Cellino Attanasio, proprietaria di una fattoria. La famiglia ha deciso quindi di affidarsi a youtube per chiedere aiuto dopo le mancate risposte ed i mancati interventi delle istituzioni di ogni livello. Il maltempo li ha messi in ginocchio, poichè vivono grazie ad un’azienda agricola bio che gestiscono a Valviano di Cellino Attanasio, raggiungibile attraverso l’unica strada comunale franata sotto il peso di uno smottamento che interessa un’intera collina. I bambini non vanno a scuola da tre settimane, le centinaia di animali della fattoria. capre, mucche, maiali e non solo, vengono abbeverati con la neve sciolta, il latte utilizzato per la produzione di formaggi viene buttato e l’acqua potabile manca da una settimana mentre le poche scorte per uso umano sono quasi finite. Impossibile far arrivare un’autobotte per l’assenza di una via di comunicazione. “Aiutateci”, e’ l’appello lanciato sul web dall’imprenditrice della Fattoria Gioia. A tal proposito si è attivata la provincia, pur non essendo di competenza dell’ente provinciale, che comunque in quell’area sta intervendo costantemente a causa delle frane sulle strade, ieri mattina, il presidente Renzo Di Sabatino ha chiesto al geologo dell’ente di compiere un sopralluogo per verificare la consistenza dei danni e la possibilità di intervenire in aiuto delle famiglie e della stessa Amministrazione comunale. Ma il fenomeno franoso è vasto e particolarmente pericoloso in quanto “giovane” e quindi in continua evoluzione: tutta la collina sta franando a valle e non si può ripristinare la strada se prima non si verifica come e con quali risorse, consistenti, risanare il versante. Sono quindi stati presi accordi con la Protezione Civile regionale per un sopralluogo che sarà effettuato nelle prossime ore.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli