The news is by your side.

Elezioni: ecco l’esercito dei parlamentari eletti in Abruzzo, pienone del M5s. In bilico due seggi

99

L’Aquila. E’ questione di ore e si avrà il quadro completo dei senatori e onorevoli abruzzesi. La ripartizione dei seggi, infatti, in base alla nuova legge elettorale deve essere messa a punto tenendo conto non solo dei voti regionali ma anche di quelli nazionali. Definitivo il risultato dell’uninominale alla Camera e al Senato. Nello scontro diretto al Senato nel collegio L’Aquila – Teramo Gaetano Quagliariello, del centrodestra, ha avuto la meglio su Massimo Cialente, centrosinistra. Sul collegio Pescara- Chieti, invece, ha vinto il giornalista Primo Di Nicola del Movimento 5 Stelle. Alla Camera, invece, il seggio del collegio L’Aquila – Marsica – Alto Sangro è andato ad Antonio Martino per il centrodestra. Quattro seggi sono andati al Movimento 5 Stelle: Carmela Grippa, Daniele Del Grosso, Andrea Colletti e Antonio Zennaro. Al proporzionale al Senato per il Movimento 5 Stelle ci saranno Gianluca Castaldi, Gabriella Di Girolamo, per Forza Italia, Nazario Pagano, per la Lega Alberto Bagnai e per il Partito democratico Luciano D’Alfonso.

In via di definizione anche la situazione alla Camera che vende il Movimento 5 Stelle rappresentato da quattro onorevoli abruzzesi: Gianluca Vacca, Daniele Torto, Valentina Corneli e Fabio Berardini, Forza Italia avrà Gianfranco Rotondi, la Lega Silvana Andreina Comaroli e il Partito democratico Stefania Pezzopane e Camillo D’Alessandro. In bilico ora c’è un seggio che potrebbe andare o al Movimento 5 Stelle che passerebbe da quattro a cinque o a Forza Italia che salirebbe a due. Nel primo caso entrerebbe in parlamento Sara Stenta, nel secondo Paola Pelino. Per ora  calcoli esatti si sapranno quando in tutta Italia saranno terminati gli scrutini e i dati saranno esaminati dal ministero dell’Interno che potrà dire definitivamente come stanno le cose. Determinante per alcuni seggi è stato l’apporto del voto della coalizione. Sia in casa centrodestra, sia in casa centrosinistra i partiti che non hanno raggiunto la soglia del 3 per cento hanno portato voti alla coalizione che ha rafforzato la sua posizione riuscendo a ottenere una poltrona in più.

Articoli più letti

Ultimi articoli