The news is by your side.

#Elezioni amministrative: meno quattro giorni al voto, ballottaggio possibile in 5 comuni

8

L’Aquila. Sono 72 i Comuni abruzzesi che vanno al voto delle amministrative di domenica. Circa 150 mila gli elettori coinvolti. Al rinnovo dei Consigli comunali non e’ coinvolto nessuno dei 4 capoluoghi di provincia. In base alla legge elettorale potrebbero andare al turno di ballottaggio del 19 giugno solo Vasto (Chieti), Francavilla (Chieti), Lanciano (Chieti), Sulmona (L’Aquila) e Roseto (Teramo) che superano i 15 mila abitanti. Fascia tricolore elezioni comunaliA Vasto i candidati sindaci sono 5. Francesco Menna (centrosinistra) e’ appoggiato da 5 liste: Pd (con capolista il sindaco uscente Luciano Lapenna presidente Anci Abruzzo), Filo Comune, Citta’ Virtuosa, Avanti Vasto, Si’ per Vasto; Massimo Desiati (centrodestra) appoggiato anch’egli da 5 liste: Forza Italia, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Progetto per Vasto, Unione per Vasto, Vastoduemilasedici; Edmondo Laudazi e’ appoggiato da Il Nuovo Faro e da Rinascita Vastese; Massimiliano Montemurro corre con la Democrazia Cristiana e Vasto la Mossa Giusta; Ludovica Cieri e’, infine, la candidata sindaco del Movimento 5 Stelle. A Francavilla il lizza quattro avvocati. Antonio Luciani, primo cittadino uscente del centrosinistra, e’ sostenuto da 5 liste: Pd, Francavilla con Luciani Sindaco, Valori in Comune, Francavilla Unita, Si’ Per Francavilla; Alessandro Mantini, consigliere uscente di una civica di centrodestra e’ sostenuto da una coalizione che si presenta compatta: Forza Italia, Noi con Salvini, Meloni Fratelli d’Italia con le civiche Viva Francavilla e Rivoluzione Cristiana; Livio Sarchese si presenta con il M5S mentre a Stefano Di Renzo fanno capo i candidati di Abruzzo Civico, Uniti a Sinistra e Solo Francavilla. A Lanciano la sfida e’ a tre. Mario Pupillo, sindaco uscente del centrosinistra, puo’ contare su 5 liste: Pd, Progetto Lanciano, Lanciano Vale, Insieme a Sinistra, Lanciano in Comune; 8 le liste che appoggiano il candidato del centrodestra Errico D’Amico: Forza Italia, Fratelli d’Italia-An, Noi con Salvini, Lanciano Unica (espressione del movimento nazionale Italia Unica dell’ex ministro Corrado Passera), Lanciano al Centro, Lanciano Popolare-Udc, Nuova Lanciano, X Lanciano 2021. Quattro le liste su cui puo’ contare il progetto civico della candidata Tonia Paolucci: Liberta’ in Azione-Cittadini per Lanciano, S’Ignora Lanciano, Tonia Paolucci sindaco e Casapound. A Sulmona, la cui amministrazione di centrosinistra e’ caduta due anni prima della scadenza naturale del mandato, gli aspiranti sindaci sono 6, 4 uomini e due donne. Il Pd non sara’ presente con il proprio simbolo in questa tornata a causa di “screzi” interne che, poi, hanno di fatto determinato lo scioglimento del Consiglio. Tuttavia molti esponenti dem si sono schierati apertamente con il candidato Bruno Di Masci – gia’ primo cittadino del capoluogo peligno tra il 1993 e il 2000 – tra cui la senatrice Stefania Pezzopane. Otto le liste che lo appoggiano: Bruno Di Masci Sindaco, La Sulmona che Vogliamo, Sulmona Citta’ Territorio, Sulmona Viva, Il Popolo di Sulmona, Sulmona oltre i Ponti, Forza Sulmona, Udc Sulmona. Gli altri candidati sono Elisabetta Bianchi per Forza Italia; Domenico Capaldo per Sel che tra i candidati annovera nomi storici della sinistra sulmonese; Alessandro Lucci con Sulmona Bene in Comune; Alberto Di Giandomenico per Sovranita’ Sulmona. La coalizione Noi per Sulmona di Annamaria Casini si presenta con 6 liste: Sulmona al Centro, Obiettivo 2026, Adesso Sulmona, Avanti Sulmona, Movimento Democratico, Alleanza per Sulmona. Infine, tra i 5 Comuni dove si potrebbe andare al doppio turno se domenica nessun candidato dovesse ottenere il 50% dei voti validi piu’ uno c’e’ Roseto. Corsa a tre pure per il Comune rivierasco. Il sindaco uscente Enio Pavone e’ sostenuto da una coalizione di sei liste di centrodestra: Forza Italia, Liberalsocialisti, Fratelli d’Italia-An, Futuro In, Popolari per Roseto, Destra sociale. Il candidato espresso dal Pd e’ Sabatino Di Girolamo con tre liste che lo appoggiano: oltre al Pd, le civiche Di Girolamo Sindaco e Roseto Protagonista. In lizza anche Rosaria Ciancaione proveniente dal Pd, partito dal quale si e’ pero’ autosospesa che ora e’ alla guida di una coalizione civica composta da sei liste: Roseto Progessista, Un’altra idea di Roseto, Roseto Unita, Roseto Futura, Roseto nel Cuore e Abruzzo Civico. In totale i Comuni chiamati al voto in provincia dell’Aquila sono 29, 11 in provincia di Pescara, 7 in quella di Teramo e 25 nella provincia di Chieti.

Articoli più letti

Ultimi articoli