The news is by your side.

Duemila studenti scendono in piazza contro “la scuola dei padroni”. Città bloccata

8

Pescara. Il centro di Pescara e’ bloccato, questa mattina, dallo sciopero sociale, manifestazione che ha visto scendere in piazza circa duemila studenti. Partendo dal piazzale della Madonnina stanno attraversando corso Vittorio per raggiungere piazza della Rinascita. Sfilano mostrando striscioni, urlando cori e slogan e sparando musiimageca a tutto volume, con fischietti e tamburi. Sono in piazza per chiedere “istruzione, ambiente, reddito, sanita’ e casa per tutti” e tra le bandiere e gli striscioni che sventolano e mostrano ci sono quelle dell’Acqua bene comune e No Tav e No Jobs Act. Chiedono una “scuola pubblica laica e solidale” e si dicono pronti all’occupazione e a “dieci cento mille manifestazioni contro la scuola dei padroni”. “La buona scuola la scegliamo noi” – dicono. Davanti all’ufficio delle poste centrali hanno cercato di attaccare post-it e cartelli contro le privatizzazioni e sui soldi e le aziende pubblici da difendere.

Articoli più letti

Ultimi articoli