The news is by your side.

Dl Sostegni, 700mln per rilancio montagna. Uncem: “Insufficiente per coprire i professionisti”

50

L’Aquila. “Nel Decreto sostegni sono destinate agli Enti locali montani ‘risorse importanti’, per i Comuni e per le imprese e i professionisti in particolare delle filiere della neve e del ghiaccio in crisi per una stagione invernale mai partita”: lo ha detto Tiziano Maffezzini, presidente di Uncem Lombardia e Consigliere nazionale dell’organizzazione, durante l’audizione nelle commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato nell’ambito dell’esame del Dl Sostegni.

“È importante l’opportunità offerta ai territori montani per ristorare a seguito del blocco della stagione invernale – ha osservato – che ha prodotto forti danni e ripercussioni. La somma destinata a questo comparto è di 700 milioni di euro, cifra notevole ma credo che alla fine sarà insufficiente rispetto alle esigenze che verranno evidenziate dal territorio. E dunque dovrà essere integrata con altre risorse per le imprese e gli Enti dei territori montani in un nuovo Decreto”.

Maffezzini ha proposto di “valutare l’idea di scorporare nell’ambito delle risorse disponibili i ristori legati alla componente impiantistica, per chi gestisce impianti a fune, e redistribuire la restante parte sulla base delle altre classi di imprenditori e professionisti presenti sui territori, a partire dai Maestri di Sci”.

Uncem ha chiesto particolare attenzione anche per rifugisti e guide alpine.

“Sarebbe opportuno – secondo l’esponente Uncem – che le modalità di assegnazione delle somme di ristoro vengano coordinate in tavoli regionali con i Comuni e le Associazioni degli Enti locali, definendo parametri certi e chiari”. Questo al fine “di evitare sperequazioni nel riparto delle risorse tra Regioni, in base alle presenze turistiche nei comprensori”, e in questo ambito Uncem ha proposto di adottare il modello francese per il quale, nel prossimo decreto di riparto della cifra, si tenga presente la perdita di fatturato facendo una media dei bilanci dell’ultimo triennio.

“L’attenzione alla montagna espressa nell’articolo 2 di questo Decreto – aggiunge Marco Bussone, presidente nazionale Uncem – dovrà essere la stessa, di tutti i Parlamentari e del Governo, nel Pnrr, con riserve di risorse in ogni Missione e Componente, nonché sui prossimi Decreti legge emergenziali e verso la legge di bilancio, anche individuando misure di fiscalità peculiare e differenziata per le imprese dei piccoli Comuni e delle zone montane in grande sofferenza”.

Articoli più letti

Ultimi articoli