The news is by your side.

Dipendenti senza stipendio, per gli Istituti Riuniti è vera crisi. Annunciate proteste

1

Chieti. Le casse dell’ente sono vuote, cosi’ i dipendenti degli Istituti Riuniti di assistenza a S.Giovanni Battista di Chieti non hanno ricevuto lo stipendio del mese di gennaio. A fe0361ceab8a565a4362d5f35b0e3aca1db0fbef944356995e510f40denunciarlo sono Cgil, Cisl e Csa-Cisas, con i rispettivi segretari di categoria Paola Puglielli, Gabriele Martelli e Ginevra Nardone. In una lettera al presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, agli assessori regionali alla sanita’ e alle politiche sociali e al sindaco di Chieti annunciano azioni di protesta e mobilitazione, se non verranno ripristinate condizioni di normalita’. La difficile situazione economica-finanziaria dell’Ente e’ determinata da vari fattori: il mancato versamento, da parte della Asl di Chieti Lanciano Vasto, delle quote degli anni 2011, 2013 e 2014 regolarmente rendicontate per un totale di circa 2,5 milioni ma rispetto alle quali l’azienda sanitaria continua ad applicare decurtazioni; dal fatto che le rette che vengono corrisposte alle strutture di assistenza sono del tutto anacronistiche sia con gli attuali costi della vita sia con i livelli di assistenza che vengono previsti dalle leggi regionali; dalle recenti modifiche, entrate in vigore con il Decreto Regionale sulla compartecipazione, che ha previsto che il 60% della retta sia a carico delle amministrazioni comunali e il restante 40% a carico della Asl, ma rispetto a cui ancora oggi mancano indicazioni sull’iter procedurale con il risultato che molti Comuni non sono in grado di saldare le fatture mensili emesse dall’Istituto di Assistenza non avendo, in bilancio, somme disponibili allo scopo. Secondo le tre sigle sindacali la situazione degli Istituti Riuniti e’ evidentemente ormai insostenibile, come dimostrato dal mancato pagamento delle retribuzioni a cui a breve potrebbe aggiungersi l’impossibilita’ di pagare i vari fornitori.

Articoli più letti

Ultimi articoli