The news is by your side.

Di Maio, Casaleggio e Di Battista annunceranno a Pescara i candidati alle parlamentarie del M5s

2

Pescara. Si conclude oggi la tre giorni di formazione del Movimento 5 stelle che a Pescara ha riunito oltre mille iscritti, fra parlamentari e attivisti. Sara’ il giorno di Luigi Di Maio che alle 16,30 concludera’ l’evento. Ed e’ attesa per l’ufficializzazione dei vincitori, per i collegi plurinominali del Rosatellum, delle parlamentarie M5s. Sara’ proprio il candidato alla presidenza del Consiglio dei ministri per M5s ad annunciarne verosimilmente solo alcune mentre, con ogni probabilita’, tutte saranno rilanciate subito dal blog delle Stelle.
Lo stesso Di Maio stamattina in una lunga intervista, ha ribadito la piena “sintonia” con Beppe Grillo ed e’ tornato a fare chiarezza sulla posizione del Movimento. Non fara’ alleanze, termine della vecchia politica che evoca inciuci, ha spiegato, ma lancera’ venti punti su cui fare convergenze programmatiche”.
All’Aurum di Pescara, ex fabbrica del liquore di gabriele D’Annunzio, ieri sera e’ arrivato anche Alessandro Di Battista. Parlamentare uscente che ha scelto di non correre per le prossime politiche, Di Battista non ha certo abbandonato il campo: “Noi vogliamo l’incarico di governo – ha detto – siamo in campagna elettorale impegnati in maniera totale”. Dopo le elezioni “vedremo i numeri del Movimento e, in caso, faremo un appello a tutto il Parlamento, come prevede la Costituzione. Non ci interessa la spartizione del potere, ma i punti del programma”, ha aggiunto ed ha annunciato che lui stesso sara’ ad Arcore, Rignano e Laterina, le roccaforti di Berlusconi, Renzi e Boschi.
Quanto alle polemiche che hanno accompagnato le parlamentarie, Di Battista ha respinto al mittente ogni critica: “Coloro che hanno la responsabilita’ di fare le liste hanno il diritto di fare determinate scelte e il dovere di valutare se vi siano persone che non sono ancora pronte a fare il parlamentare”.
Al villaggio Rousseau non poteva mancare Davide Casaleggio: sono circa 170mila gli iscritti alla piattaforma meetup di M5s, ha sottolineato. Ha insistito sulla democrazia “partecipata” ed ha osservato: c’e’ un’onda che porta verso una maggiore partecipazione grazie “all’online e alla nuove tecnologie”. Come M5s e Rousseau, la piattaforma digitale che presiede, “siamo all’avanguardia e dobbiamo cercare di restare sulla cresta dell’onda”.

Articoli più letti

Ultimi articoli