The news is by your side.

Del Turco, Capezzone: chi lo risarcirà? Pubblico ministero: chi risarcirà cittadini?

7

L’Aquila. “Chi risarcirà Ottaviano Del Turco per il male subìto, per le umiliazioni, per il “trattamento” politico e mediatico? Nove anni di calvario… A sinistra e non solo, in tanti dovrebbero riflettere a lungo”. del turcoCosì il deputato di Cor, Daniele Capezzone, commenta la sentenza della Cassazione che ha rivisto in parte la condanna nei confronti di Ottaviano del Turco cancellando il reato di associazione a delinquere. “Ora chi risarcirà i cittadini abruzzesi?” E’ quanto si chiede l’ex capo della Procura di Pescara, Nicola Trifuoggi, che commenta quanto dichiarato da Daniele Capezzone sul ‘mancato risarcimento a Del Turco’. “Ottaviano Del Turco è stato condannato definitivamente per quella che prima della legge Severino si chiamava concussione ¬ prosegue l’ex pm titolare del processo contro l’ex governatore ¬ povera anima di Dio, sento che nessuno è stato condannato, mentre mi chiedo alla luce della condanna definitiva di Del Turco chi risarcirà l’intero popolo abruzzese dei danni fatti alla sanità regionale.

Sento anche che c’è gente che si accontenta del fatto che è caduto il reato di associazione per delinquere: ma quello non era il reato più grave, visto che è un reato che prevede cinque anni, mentre per le tangenti la pena massima è a otto anni. Quindi la concussione è evidente e definitivamente accertata. Presunte tangenti? – si chiede Trifuoggi – No, chiariamolo una volta per tutte: sono tangenti. E per quanto riguarda le prescrizioni siamo di fronte ad un’ulteriore sconfitta della giustizia”. “Sono tangenti. La Cassazione ha stabilito che Ottaviano Del Turco ha preso 850 mila euro di tangenti. E’ una sentenza definitiva. Se va bene a loro sminuire, si accontentino pure”. E’ la risposta ironica dell’ex pm del processo Del Turco, Giuseppe Bellelli, oggi capo della Procura a Sulmona, che assieme al collega Trifuoggi e Giampiero Di Florio, ha tenuto l’accusa contro Del Turco. “E’ poco 850 mila euro? Contenti loro. Certo è che la Cassazione ha mantenuto il reato più grave, quindi la sentenza è definitiva e Del Turco è colpevole. La vera vittima ¬ conclude Bellelli – è il cittadino abruzzese che fa la fila negli ospedali”. Ma è sempre l’ex capo del pool Trifuoggi che rincara la dose e che spiega come “da questa sentenza emerge la verità di fatti gravissimi e definitivi. Non se ne parli più. Sono tangenti. Ora il processo proseguirà a Perugia in maniera evidente perché se hai preso quattro anni per cinque reati e te ne cade uno quella pena va ricalcolata. Ma vorrei dire una cosa all’avvocato Caiazza, il difensore di Del Turco. La verità dei fatti non è più in discussione, e con quell’inchiesta abbiamo impedito ad un sistema criminale di proseguire il suo lavoro. Si adegui anche lui”.

Articoli più letti

Ultimi articoli