The news is by your side.

Covid19: Sos virus in vacanza. Malta verso rimpatrio studenti bloccati

40

Il coprifuoco di nuovo a Barcellona – meta tra le predilette dagli italiani -, gli studenti bloccati ancora per la quarantena a Malta (che si prepara a rimpatriarli), il focolaio a Roma tra i giovani e non solo che avevano assistito ad una partita della Nazionale di calcio (già novanta i contagiati). Fronti diversi delle vacanze che danno il segno di un’estate calda in pieno svolgimento all’insegna della variante Delta del coronavirus (e con la Gamma già in agguato). Due giorni fa il consiglio del ministero degli Esteri di munirsi di un’assicurazione sanitaria se si va all’estero – nel caso si debba restare in isolamento oltre i giorni di ferie preventivati -, oggi il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che esorta i ragazzi a “partire vaccinati, con doppia dose” (o con l’ormai raro monodose Johnson&Johnson).

“Molti che partono non hanno completato il ciclo vaccinale – dice l’esponente M5S -. Sbrigatevi a vaccinarvi”. Sui connazionali bloccati in altri Paesi Sileri dice “alle famiglie di stare tranquille. Stiamo vigilando su tutte le segnalazioni: vi sono stati dei problemi con minori che magari dove stanno non vengono organizzati dei Covid Hotel”. “Altra cosa da modificare a livello europeo è che con doppia dose di vaccino la quarantena non dovrebbe essere fatta – aggiunge il sottosegretario -. Sto spingendo su questo da molte settimane, spero di essere ascoltato prima o poi. Altrimenti la riluttanza verso i vaccini rimane. Il vaccino invece ci tira fuori fa da questo problema”.

Il governo maltese pensa a organizzare voli per il rimpatrio degli studenti italiani, tedeschi, spagnoli e francesi in quarantena perché positivi o a contatto con compagni di viaggio o delle scuole d’inglese coinvolti in focolai. I voli potrebbero essere operati la prossima settimana ma non è chiaro se potrà partire anche chi è ancora positivo. Gli italiani in Covid hotel sono oltre 250, compresi i contatti. Intanto, torna il coprifuoco a Barcellona e nelle altre città della Catalogna – comprese famose località balneari come Sitges e Salou – per frenare la nuova ondata di Delta, specie tra i giovani: le restrizioni partiranno dal weekend. Da oggi invece in Lombardia saranno somministrati i vaccini anche ai turisti che si fermano almeno altri 15 giorni e che hanno fatto la prima dose in un’altra regione. Si tratta infatti di richiami per tutte le fasce d’età, in base alla ‘Reciprocità vaccinale interregionale'” e possono essere prenotati nei centri lombardi. Ci sono però governatori che vorrebbero provare a blindare i propri territori, come in Sardegna dove si pensa a tamponi su tutti i turisti in arrivo. In Sicilia è l’aumento dei contagi a fare di Gela (Caltanissetta) il quarto Comune dell’isola “zona rossa”. Lo dispone un’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci in vigore da domenica a venerdì prossimi. Gela si aggiunge a Mazzarino e Riesi, sempre nel Nisseno, e Piazza Armerina in provincia di Enna.

Articoli più letti

Ultimi articoli