The news is by your side.

Covid19 in Abruzzo: rapido aumento dei ricoveri (+16), proseguono accertamenti sulle varianti

16

Pescara. Sono 107 i nuovi casi di coronavirus accertati in Abruzzo con i test delle ultime ore. Il rapporto tra positivi e tamponi eseguiti è pari all’8,25%. Si registrano 8 decessi recenti che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.333.

Nonostante una riduzione degli attualmente positivi, aumentano in modo significativo i ricoveri, dai 481 di ieri ai 497 di oggi. Si tratta dell’incremento più consistente delle ultime due settimane. I tamponi eseguiti nelle ultime ore e da cui sono emersi i nuovi casi sono circa 1.300, ma nel bollettino ufficiale viene segnalato un incremento complessivo di 6.522 test, frutto di un riallineamento dei dati dal primo gennaio a oggi. Eseguiti, inoltre, 7.196 test antigenici (+5406 rispetto a ieri). Il dato dei tamponi molecolari e dei test antigenici, fa sapere l’assessorato regionale alla Salute, viene esposto separatamente e non in forma aggregata. Dei nuovi positivi il più giovane ha due anni e il più anziano 95. Quelli con meno di 19 anni sono dieci: 4 in provincia dell’Aquila, uno in provincia di Pescara, 4 in provincia di Chieti e uno in provincia di Teramo. Gli otto decessi, due dei quali avvenuti nelle scorse settimane e comunicati solo oggi dalle Asl, riguardano persone di età compresa tra 40 e 97 anni: tre in provincia di Chieti, quattro in provincia di Teramo e uno in provincia di Pescara. Gli attualmente positivi sono 170 in meno e scendono a quota 11.382: 454 pazienti (+11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 43 (+5, con 7 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.885 (-186) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 269 in più, per un totale di 26.707 persone.

Dei 39.422 casi complessivamente registrati in Abruzzo, 11.757 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+16 rispetto a ieri), 8.673 in provincia di Chieti (+41), 8.090 in provincia di Pescara (+17), 10.389 in provincia di Teramo (+30), 339 fuori regione (+3) e 174 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Intanto proseguono gli accertamenti degli esperti sulle due varianti al virus che stanno circolando in Abruzzo: quella inglese e una già nota in Europa. Il centro più colpito, in tal senso, è Guardiagrele, paese del Chietino di novemila abitanti: su 176 casi di coronavirus accertati dal primo dicembre ad oggi, 36 sono riconducibili proprio alla variante inglese. I contagi relativi alla variante sono 65 nell’intera provincia di Chieti. Due le strutture individuate dalla Regione Abruzzo per il sequenziamento del virus: il laboratorio di Genetica molecolare dell’Università di Chieti e quello dell’Istituto Zooprofilattico d’Abruzzo e Molise.

Articoli più letti

Ultimi articoli