The news is by your side.

Covid, intensive Abruzzo salgono al 23%: incidenza a 2.230, 2 parametri su 3 da zona arancione

192

Pescara. Alla luce dell’aggiornamento odierno, in Abruzzo il tasso di occupazione dei posti letto sale al 23% (+3%) per le terapie intensive e resta al 26% per l’area non critica, a fronte di soglie da zona arancione rispettivamente del 20 e del 30%.

L’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti è a 2.230 (soglia limite 150). A pochi giorni dal passaggio in zona gialla, avvenuto lunedì, due parametri su tre – terapie intensive e incidenza – sono da zona arancione. Il dato sulle terapie intensive è in costante crescita: i pazienti in rianimazione sono aumentati del 64% negli ultimi sette giorni e del 105% nel giro di due settimane.
I soggetti in terapia intensiva sono pari al 10,5% del totale degli ospedalizzati. I ricoveri in area non critica sono aumentati del 30% in sette giorni e del 97% in due settimane. Sul fronte contagi, a livello territoriale, i numeri più alti sono ancora quelli del Teramano, dove l’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti sale a 2.401, seguito dal Chietino, con 2.297 e il Pescarese, con 2.005. Chiude la provincia dell’Aquila, con 1.788, unica con un indicatore inferiore a duemila, ma comunque in peggioramento.

 

Coronavirus Abruzzo, ancora 3570 nuovi positivi e 5 ricoveri: si va verso zona arancione

Articoli più letti

Ultimi articoli