The news is by your side.

Coronavirus, Sestili: decessi in aumento ma frenati da vaccini, picco fra una settimana

A giorni picco terapie intensive

329

L’aumento nel numero dei decessi per Covid-19 registrato negli ultimi giorni è un “dato atteso” che riflette l’aumento dei casi positivi avvenuto circa 20 giorni fa, ma che è stato comunque rallentato grazie alla vaccinazione di molti anziani e che si avvia verso il picco, atteso fra circa una settimana. E’ invece atteso a giorni il picco per i ricoveri nelle terapie intensive. Lo rileva il fisico Giorgio Sestili, fondatore della pagina Facebook ‘Coronavirus – Dati e analisi scientifiche’ e del network di comunicazione della scienza ‘giorgiosestili.it’.

“Veniamo da diverse settimane di un consistente aumento dei casi positivi, arrivati a incrementi settimanali superiori al 20% e sappiamo”, osserva Sestili, “che l’andamento dei decessi segue quello dei casi positivi a distanza di 20 giorni. Nell’ultima settimana abbiamo però assistito a un calo del 2%: questo significa che abbiamo raggiunto il picco e che i casi hanno smesso di crescere”. C’è però da notare, rileva il fisico, che “i decessi non sono aumentati in modo proporzionale ai casi”. Questo è accaduto perché le vaccinazioni degli anziani hanno rallentato almeno parzialmente la crescita.

“Tanto che nell’ultima settimana”, osserva, “l’incremento dei decessi è stato dell’8%, quindi inferiore all’incremento visto nei casi positivi”. Nelle ultime settimane, inoltre, “la letalità si è leggermente ridotta”, dice ancora Sestili riferendosi alla percentuale dei decessi sul totale dei malati di Covid-19. Si è infatti posizionata sotto il 2 %, mentre in precedenza era sopra di almeno il 2%. In generale, secondo Sestili, “la riduzione della letalità si può ascrivere alla vaccinazione delle fasce più vulnerabili della popolazione. Purtroppo  finora si è vaccinato troppo poco per riuscire a ridurre ulteriormente i decessi, ma di sicuro sappiamo che non aumenteranno tanto come ci saremmo aspettati senza il vaccino. E’ probabile – prosegue – che aumentino ancora questa settimana, per raggiungere il picco la prossima”.

Sui ricoveri nelle terapie intensive Sestili osserva che “”si registra un aumento del 5%, contro il 20% delle scorse settimane. Questo dato è quello che più immediatamente rispecchia l’andamento dei casi positivi e possiamo dire che si sta avvicinando il picco, probabilmente già in questi giorni, e dalla prossima settimana”, conclude, “i numeri dovrebbero cominciare a scendere”.

Articoli più letti

Ultimi articoli