The news is by your side.

Coronavirus, Pregliasco: “Temo colpo coda virus e 10mila contagi a ottobre”

Il virologo: "Se allo stadio senza mascherine stop ad abbracci e urla dopo i gol"

574

“Temo altri colpi di coda del virus Sars-CoV-2, prepariamoci a come organizzare e gestire uno scenario in cui aumentano i contagi: c’è la variante Delta, ci sono gli sbalzi termici e si tornerà a lavorare in presenza”. Lo afferma a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco. I contagi potrebbero risalire “credo già da ottobre, quando farà più freddo” e “si potrebbe tornare ai 10mila contagi al giorno, anche se non si possono fare previsioni precise in questo senso”.

L’auspicio dell’esperto è che “non ci siano nuovi ‘colori’ per le regioni e non credo”, ha aggiunto, “ci saranno problemi negli ospedali”. D’altra parte “ci si può contagiare anche da vaccinati con la mascherina anche se le possibilità sono molto più basse”.

Rispetto poi alla terza dose di vaccino anti-Covid per i medici, “la terza dose, se va fatta per noi medici, va fatta per tutti, al di là dei reparti più o meno a rischio dove si lavora”. Una battuta, infine, sulla possibilità o meno di indossare le mascherine anche allo stadio. “Vanno indossate, altrimenti si rischia di più. Oppure”, ha concluso Pregliasco, “se si sta senza mascherina non si dovrebbe urlare o abbracciarsi dopo i gol”.

Articoli più letti

Ultimi articoli