The news is by your side.

Coronavirus, nuovi casi in calo ma crollo tamponi: stabili ricoveri e terapie intensive

Il report Gimbe ha censito 125.695 nuovi casi contro i 141396 dell'edizione precedenti

362

Sono in diminuzione i nuovi casi di Covid in Italia nella settimana tra il 31 marzo e il 6 aprile, un calo contenuto e dovuto in parte anche a un numero minore di tamponi fatti. Lo afferma il monitoraggio della Fondazione Gimbe. Il report ha censito 125.695 nuovi casi contro i 141396 dell’edizione precedente. In lieve calo anche i decessi (2.868 vs 3.000), i casi attualmente positivi (555.705 vs 562.832) e le persone in isolamento domiciliare (522.625 vs 529.885). Sostanzialmente stabili i ricoveri con sintomi (29.337 vs 29.231) e le terapie intensive (3.743 vs 3.716).

“Per la terza settimana consecutiva”, dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione, “continua la lenta discesa dei nuovi casi, anche se il calo degli ultimi giorni è sovrastimato per il tracollo dell’attività di testing durante il periodo pasquale: -128.141 persone testate rispetto alla settimana precedente e -304.499 rispetto a quella ancora prima”.

Se a livello nazionale la variazione percentuale dei nuovi casi e i casi attualmente positivi sono in calo, continua il rapporto, la variazione percentuale dei nuovi casi cresce in 4 Regioni, in particolare in Sicilia e Sardegna dove l’incremento supera il 50%. In 10 Regioni, infine, l’aumento dei casi attualmente positivi attesta inequivocabilmente che il calo dei nuovi casi è ancora esiguo.

Articoli più letti

Ultimi articoli