The news is by your side.

Coronavirus, nuova campagna screening nel chietino per mettere in sicurezza la comunità

15

Chieti. Un appello a partecipare in massa allo screening che si svolgerà domani, sabato 23, e domenica 24 a
Guardiagrele e a San Salvo, “occasione preziosa per mettere in sicurezza le comunità”, arriva dal direttore
generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Thomas Schael. Messaggio analogo è stato lanciato dal presidente
della Regione Abruzzo Marco Marsilio che è stato a Guardiagrele per sostenere la campagna e la sua efficacia nel contrasto al contagio da Covid-19.

“Ho voluto fortemente lo screening perché aiuta a gestire e contenere il problema epidemico – ha precisato Marsilio – quindi auspico una partecipazione significativa dei cittadini. Che desidero, però, rassicurare perché la Asl ha sempre tenuto la situazione sotto controllo in questa comunità. Finora sono stati eseguiti 44 tamponi molecolari ogni 100 abitanti, quindi è stato già testato un terzo della popolazione. Con lo screening arriveremo a una copertura davvero ampia”.

Apprezzamento all’organizzazione messa in campo dal sindaco Donatello Di Prinzio, che disegna un ‘modello Guardiagrele’, riferimento utile anche per gli altri Comuni. “Questo tipo di tampone viene usato su larga scala alla ricerca di positivi asintomatici – ha spiegato Schael circa la valenza del test antigenico – Al fine di validarne l’esito saranno sottoposte subito al test molecolare tradizionale tutte le persone risultate positive al rapido, e altre 200 scelte a caso tra i partecipanti allo screening tra Guardiagrele e San Salvo, che si renderanno disponibili a un ulteriore controllo”.

“E’ una precisa scelta della nostra Asl cercare una conferma con questa modalità: per ciascun positivo individuato saranno eseguiti 9 tamponi molecolari tra i contatti. Inoltre, sarà eseguito il sequenziamento su tutti i positivi, alla ricerca di tutte le possibili varianti. Ad ogni modo, a Guardiagrele non registriamo nuovi contagi negli ultimi giorni, pertanto resta l’attenzione, ma non siamo in una situazione di allarme, nemmeno per la presenza della cosiddetta variante inglese, che non manifesta comportamenti differenti dal virus originario. Inoltre l’Istituto Zooprofilattico di Teramo ha confermato l’efficacia del vaccino su tale variante”.

Articoli più letti

Ultimi articoli