The news is by your side.

Coronavirus: in Europa epidemia a 2 velocità, più casi in 4 Paesi che aumentano i contagi

235

L’Aquila. Sono quattro i Paesi europei che nelle ultime settimane mostrano una tendenza all’aumento dei casi di Covid-19: Svezia e Portogallo mostrano l’incremento più marcato, seguite da Francia e Albania. Gli altri Stati che hanno subito l’ondata epidemica di dicembre-gennaio mostrano trend di discesa o, pochi, di stasi; Austria, Belgio e Svizzera non sono stati interessati affatto da questa ondata. E’ quanto indica
l’analisi delle curve di incidenza dei positivi a livello europeo elaborata dal matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘Mauro Picone’ del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Iac).

“Per quanto riguarda la velocità di diffusione dell’epidemia all’interno di ciascuno Stato, Albania e Francia
hanno tassi di crescita dell’incidenza confrontabili, con un aumento medio in dieci giorni rispettivamente di 2.2 e 3.1 nuovi casi per 100.000 abitanti, mentre in Portogallo siamo a un ordine di grandezza in più, con un aumento, sempre in dieci giorni, di 38 nuovi casi per 100,000 abitanti”, osserva Sebastiani. “La Svezia – prosegue – ha un valore non confrontabile per via della ritardata attuazione delle misure di contenimento”.

Secondo l’esperto la grande velocità con cui l’epidemia si sta diffondendo in Portogallo, a confronto con Albania e Francia, “può spiegarsi sia con misure restrittive meno stringenti che con una maggiore trasmissibilità del virus, forse corrispondente alla variante del Brasile, Stato con cui il Portogallo ha legami molto stretti. Un’indagine di tipo genetico-epidemiologico potrebbe chiarire la situazione”.

Per quanto riguarda la velocità di diffusione durante la fase di crescita dell’ondata di dicembre gennaio in altri Stati dove ha avuto valori grandi, “l’aumento in dieci giorni dell’incidenza nel Regno Unito, Olanda e Danimarca – rileva il matematico – è stato rispettivamente pari a 24, 25 e 28 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Anche qui, riguardo alle cause, valgono le considerazioni relative alle misure di contenimento adottate e alla trasmissibilità del virus”.

Articoli più letti

Ultimi articoli