The news is by your side.

Coronavirus, in Abruzzo somministrato il vaccino all’85% degli over 80

La regione però è 14esimo posto in Italia, ad oggi, in merito a dosi somministrate/consegnate

137

L’Aquila.  Se alcune Regioni procedono lentamente con la vaccinazione degli over 80 in Abruzzo la somministrazione del vaccino anti Covid alle fasce più a rischio procede al contrario speditamente.

“I dati Istat certificano che l’Abruzzo ha vaccinato il 70% della popolazione over 80”, conferma il responsabile regionale per le vaccinazioni Maurizio Brucchi, “percentuale che sale all’85% se consideriamo chi si era iscritto alla piattaforma e dunque aveva espresso la volontà di vaccinarsi. Si tratta di una percentuale molto più alta di quella nazionale”.

A oggi c’è ancora una piccola coda di over 80 da vaccinare, che sono quelli che si sono iscritti alla piattaforma dopo l’avvio della vaccinazione per questa fascia d’età e gli over 80 allettati per i quali si sta procedendo alla vaccinazione a domicilio. “Per questi ultimi stiamo portando avanti la vaccinazione attraverso l’Adi – spiega Brucchi – e i medici di medicina generale”.

A livello nazionale, però, secondo la classificazione del governo, in Abruzzo sono state somministrate 270.500 dosi di vaccino su 355.340 consegnate, pari al 76,1%. La regione è al 14esimo posto in Italia. La regione più virtuosa è la Valle D’Aosta con 28861 vaccini somministrati su 32mila 470 consegnati, pari all’88,9%.

All’ultimo posto la Calabria con solo 319443 dossi di vaccino somministrate su una consegna di 461mila e 590 (62%).

Articoli più letti

Ultimi articoli