The news is by your side.

Coronavirus, i Comuni in zona rossa in Abruzzo passano da 41 a 26

Marsilio avverte: "lieve aumento Rt, ma la situazione complessiva migliora"

323

L’Aquila. Scendono da 41 a 26 i Comuni abruzzesi inseriti in zona rossa. Lo ha stabilito l’Unità di crisi regionale nella consueta riunione di ieri. La nuova ordinanza, firmata dal presidente della Regione, Marco Marsilio, entrerà in vigore lunedì prossimo, 19 aprile. Dei comuni in questione, 20 sono nell’Aquilano e 6 nel Teramano. Non ci sono località in zona rossa nelle province di Pescara e Chieti.

A livello regionale, l’indice Rt sale leggermente rispetto alla scorsa settimana, arrivando a 0,92, ma si registra un alleggerimento per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto in ospedale.

Registriamo dati di miglioramento sostanziale tranne per quanto riguarda l’indice Rt”, ha affermato Marsilio a margine della riunione, “il numero dei contagiati è in diminuzione, rispetto a un mese fa abbiamo la metà dei contagiati in base al numero settimanale. La provincia di Pescara è quella che registra i segnali migliori con un’incidenza di 66 positivi; nessuna provincia supera 250. Le zone rosse che sono state adottate hanno portato gli effetti di contenimento sperati tanto che in provincia dell’Aquila i Comuni soggetti a restrizioni sono più che dimezzati, anche se ce ne sono due che sono stati inseriti”.

Per quanto riguarda i vaccini“, aggiunge, “da lunedì si inizieranno a vaccinare gli abruzzesi nella fascia tra i 70 e i 79 anni e, nel contempo, apriremo sulla piattaforma di Poste, la prenotazione per quelli compresi tra i 60 e i 69 anni. Ho invitato nel corso della riunione dell’Unità di Crisi tutte le Asl a fare una programmazione puntuale, al fine di riuscire a somministrare le vaccinazioni alla fascia più ampia possibile della popolazione”.

Ecco l’elenco completo dei comuni in zona rossa e quelli che escono dalle misure restrittive.

Provincia dell’Aquila

Escono dalle restrizioni i comuni di Corfinio, Pescina, Cerchio, Oricola, Pereto, Rocca di Botte, Tagliacozzo, Cappadocia, Scurcola Marsicana, Castellafiume, Capistrello, Canistro, Balsorano, Civita d’Antino, Trasacco, Aielli, Poggio Picenze, Fossa, Fagnano Alto e Collepietro.

Restano in zona rossa: Avezzano, Celano, Carsoli, Sante Marie, Magliano dei Marsi, Civitella Roveto, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Luco dei Marsi, Barisciano, Ocre, Sant’Eusanio Forconese, Villa Sant’Angelo, San Demetrio ne’ Vestini, Prata d’Ansidonia, San Pio delle Camere, Caporciano e Navelli. Entrano in zona rossa: Roccacasale e Collarmele.

Provincia di Teramo. Escono dalle restrizioni i Comuni di Martinsicuro e Colonnella. Rimane in zona rossa Nereto. Vi entrano Campli, Morro d’Oro, Ancarano e Mosciano Sant’Angelo oltre alle frazioni di Castelbasso, Mulano e Colle di Giorgio del comune di Castellalto.

Articoli più letti

Ultimi articoli