The news is by your side.

Coronavirus, controlli nell’ultimo giorno di zona arancione: a Pescara multe per assembramenti

Denunciato uno straniero a piede libero per il furto di cosmetici e di uno zaino da lavoro

127

Pescara. Sono iniziati già da ieri i servizi per le festività pasquali finalizzati a verificare il rispetto delle restrizioni dettate dalla diffusione del Covid-19 e necessarie per contenere il contagio. 

Nei giorni scorsi in prefettura si è tenuta la consueta riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal prefetto Giancarlo di Vincenzo e, esaminata la normativa vigente e le possibili criticità sul territorio, è stato messo a punto il dispositivo interforze da attuare.  Ieri, a Pescara, capoluogo di provincia, con maggiore movimentazione di persone, mattina e pomeriggio, le forze di Polizia hanno pattugliato il lungomare e le vie del centro registrando la maggiore concentrazione di persone dalle ore 17 alle ore 20.

Le pattuglie hanno identificato complessivamente 159 persone, ed acquisito 36 autocertificazioni rese dalle persone arrivate da fuori comune. Sono state sanzionate 19 persone per le violazioni alle norme anti covid ed applicate 7 sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada. 

Non sono mancati i gruppi di ragazzi che si erano dati appuntamento, per lo scambio di auguri e per un saluto nell’ultimo giorno di collocazione in zona arancione prima del lockdown pasquale, che sono stati invitati a mantenere le distanze interpersonali e ad evitare assembramenti.  

Nel tardo pomeriggio di ieri, in piazza della Rinascita, dietro la statua dell’elefante, è stato intercettato un gruppo di una decina di minori, la maggior parte dei quali provenienti da altri Comuni delle province di Pescara e Chieti, tutti identificati: nove di loro sono stati sanzionati per la violazione del divieti di spostamento infracomunale.  

Nel corso dello stesso servizio, un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, ha individuato un cittadino marocchino residente in Spagna, B.F. di 23 anni, autore di un furto nei pressi di una tabaccheria di viale Bovio nel corso del quale si era appropriato di uno zaino contenente attrezzi da lavoro che sono stati ritrovati e restituiti al proprietario. Inoltre, gli stessi agenti hanno rinvenuto in un borsone che portava con sé dei prodotti di cosmetica che aveva rubato, sempre nel pomeriggio di ieri, in un altro punto della città.  Lo straniero è stato denunciato a piede libero per ricettazione e furto. 

 

Articoli più letti

Ultimi articoli