The news is by your side.

Corneli (M5S) su emergenza Coronavirus: già varati importanti provvedimenti, insieme ce la faremo

14

Roma. “In questo momento di comprensibile preoccupazione desidero rivolgermi a tutta la comunità abruzzese per ribadire con forza che stiamo lavorando senza sosta per predisporre tutte le misure necessarie a fronteggiare le conseguenze che la diffusione del Coronavirus minaccia di produrre sulla salute pubblica e sulla nostra economia. Mentre altri fanno sciacallaggio cercando di danneggiare il Governo, e quindi il Paese tutto (oppure in Regione Abruzzo pensano a litigare per le poltrone), noi pensiamo solo ai cittadini. Insieme ce la faremo”. Queste le parole della deputata abruzzese pentastellata Valentina Corneli.

“Abbiamo già varato un primo decreto con diverse soluzioni a sostegno dell’economia – afferma la parlamentare – e non solo per le zone rosse, ma per tutto il territorio nazionale e quindi anche per l’Abruzzo. Attualmente, stiamo lavorando per richiedere più flessibilità all’Europa ed ampliare, così, gli spazi di manovra. Quella contro l’austerity è una storica battaglia del MoVimento e ora è il momento di vincerla. Intendiamo anzitutto aiutare le mamme ed i papà che resteranno a casa per accudire i figli che non vanno a scuola, stanziando in loro favore delle risorse. Inoltre, in ambito sanitario, dopo oltre un decennio di tagli draconiani, stiamo elaborando un piano per aumentare i posti letto ed assumere personale, implementando il nostro sistema sanitario pubblico e universale”.

“Per le imprese ci saranno degli interventi a sostegno dell’occupazione mediante l’estensione della cassa integrazione, oltre a bonus, esoneri e misure incentivanti destinate a permettere che nel settore circoli maggiore liquidità possibile. Dobbiamo indennizzare con credito d’imposta tutti i settori con perdite di fatturato, sostenere il mondo dello spettacolo, della cinematografia e dei viaggi – gravemente colpiti – e non dobbiamo dimenticare i professionisti e gli autonomi, che beneficeranno di misure dedicate. Faremo in modo che questo momento drammatico diventi una opportunità per spingere la transizione 4.0, per far rientrare le imprese dall’estero (reshoring) e potenziare le politiche di mobilità elettrica. Per rilanciare i nostri prodotti abruzzesi nel mondo infine, grazie al Ministero degli Esteri, è stato già varato un piano per il sostegno all’export, e ora pensiamo anche ad una riforma del sistema del credito per agevolare le nostre imprese. Serve infine una legge speciale per sbloccare le opere pubbliche. Abbiamo già in mente di estendere il cosiddetto modello Genova che abbiamo sperimentato con risultati straordinari. C’è tanto da fare, ai cittadini ora chiediamo collaborazione e unità, i sacrifici di questi giorni terribili verranno ripagati, usciremo dall’emergenza e ripartiremo. L’Italia e l’Abruzzo ce la faranno”.

Articoli più letti

Ultimi articoli