The news is by your side.

Coprifuoco, braccio di ferro tra Regioni a Governo: si discute se sarà alle 23 o alle 24

255

Pescara. L’Iss lavora a un nuovo modello di valutazione del rischio di contagio, che oggi arriva sul tavolo del vertice tra governo e Regioni. Lunedì ci sarà la cabina di regia con Draghi.

Secondo il presidente del Consiglio superiore di sanità Locatelli, ci sono i margini per posticipare il coprifuoco e i dati di venerdì serviranno a confermarlo. Ma la decisione tra spostare il limite per il rientro a casa alle 23 o alle 24 spetterà al governo.

 

Locatelli: c’è margine per slittamento del coprifuoco. Ma presto per togliere mascherine e tornare a abbracciarci

“Premesso che la scelta evidentemente spetta alla politica e, premesso che anche i numeri che avremo nella giornata di venerdì certamente serviranno per prendere decisioni compiute, credo che ci sia il margine per uno slittamento dell’orario di restrizione dei movimenti più in là. Poi se saranno le 23 o le 24 è scelta che spetta al governo”. Lo ha spiegato. Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità (Css) e coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts), in merito alla riduzione dell’orario del coprifuoco.

Rispetto all’uso delle mascherine, ha precisato, “meglio continuare a metterle per ora, poi quando arriverà il momento ci emanciperemo anche dalle mascherine”. Mentre, ha concluso Locatelli, “potremo tornare a abbracciarci quando avremo percentuali più alte di vaccinati, fino a oggi il 28% della popolazione italiana ha ricevuto almeno una dose, e quando avremo una circolazione più ridotta del virus”.

Articoli più letti

Ultimi articoli