The news is by your side.

Contrasto al calo demografico, in Abruzzo arriva l’assegno di natalità

Una misura di 2mila e 500 euro al mese a famiglia per 3 anni

2
a baby’s hand

L’Aquila. Per contrastare il declino demografico in atto nelle zone di montagna l’Abruzzo prova a voltare pagina: eccola proposta di legge regionale che intende promuovere iniziative volte a rivitalizzare il tessuto sociale ed economico dei piccoli comuni di montagna, favorendo la natalità e incentivando l’insediamento di nuovi residenti che intendono trasferire la propria residenza in questi comuni.

Si tratta di un un “assegno di natalità” di 2mila e 500 annui come misura specifica di sostegno per favorire l’incremento delle nascite e valorizzare le famiglie residenti nei piccoli comuni di montagna, incentivandone la permanenza. I beneficiari di tali misure saranno le famiglie residenti in un piccolo comune montano della Regione Abruzzo ovvero, in subordine, che si impegnino a trasferire la propria residenza in uno di detti comuni e a mantenerla per almeno tre anni. Le famiglie beneficiarie dovranno avere una situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 25mila euro anni.

Articoli più letti

Ultimi articoli