The news is by your side.

Consiglio regionale: sì a garante adolescenza e infanzia, fondi anti incendio boschivi, testo unico commercio e modifica assegnazione alloggi popolari. Fumata nera per garante detenuti

3

L’Aquila. La seduta odierna del Consiglio regionale si è aperta con l’esame di una serie di documenti politici: interrogazione del consigliere Luciano Monticelli sull’attuazione del “Master Plan Prisma”, del consigliere Mauro Febbo sulla deliberazione di Giunta in tema di “Welfare aziendale pubblico e privato”. A seguire si sono svolte le seguenti interpellanze: “Distretto sanitario di Montesilvano (PE)” del consigliere Domenico Pettinari; “Interventi di valorizzazione e sviluppo turistico strategico integrato e sostenibile con recupero di borghi di aree interne” del consigliere Mauro Febbo; “Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare” del consigliere Mauro Di Dalmazio; “Criticità Reparto di Urologia Ospedale SS. Annunziata di Chieti” del consigliere Pietro Smargiassi. La seduta è proseguita con la convalida del consigliere Antonio Innaurato e la votazione per l’elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale che non ha raggiunto il quorum previsto dei due terzi dei presenti. Si tratta della seconda votazione sul garante dei detenuti dopo quella dello scorso 12 giugno. Come previsto dalla legge  numero 48 del 2017 servirà un’altra votazione, e nel caso anche questa votazione non raggiunga il quorum previsto, il Consiglio procede ad ulteriore votazione, ed è nominato Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti dei Consiglieri assegnati.

L’Assemblea legislativa ha approvato all’unanimità il progetto di legge sulla istituzione del garante per l’infanzia e l’adolescenza di cui sono i primi firmatari i consiglieri regionali Sclocco e Pietrucci. Tale figura, già istituita in molte Regioni d’Italia, assicura la piena attuazione anche nel territorio regionale dei diritti e degli interessi minori al fine di applicare la Convenzione sui diritti del fanciullo del 20 novembre 1989, ratificata ai sensi della legge 27 maggio 1991, n. 176 (Ratifica ed esecuzione della convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 20 novembre 1989). La nuova figura istituita servirà a fornire sostegno e assistenza specializzate ad enti e privati per collaborare, accogliere segnalazioni e vigilare sul rispetto dei diritti dei minori. Il Garante è scelto tra persone, di età non superiore a sessantacinque anni, in possesso dei requisiti richiesti per l’elezione a consigliere regionale e viene eletto dal Consiglio regionale con voto segreto. Il Garante resta in carica per la durata della legislatura regionale ed è rieleggibile una sola volta.

Approvata a maggioranza la legge (presentata a firma dei consiglieri Di Nicola, Mazzocca, Pietrucci) per le disposizioni urgenti di protezione civile e per il sostegno finanziario delle attività anti incendio boschivo. Il provvedimento stanzia 1.700.000 per il 2018 per migliorare l’efficacia e il contrasto contro gli incendi boschivi assegnando i fondi alla Protezione civile regionale, quale struttura competente al coordinamento delle attività di A.I.B. (Anti incendio boschivo).

Approvata a maggioranza  la norma che modifica la legge sull’assegnazione degli alloggi popolari. Il provvedimento prevede che i requisiti per la partecipazione al bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi sia necessaria la cittadinanza italiana ovvero, per i cittadini stranieri, regolare residenza da almeno dieci anni consecutivi nel territorio nazionale, nel rispetto della normativa statale in materia di immigrazione. Inoltre viene modificato il criterio della residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale prevedendo che il richiedente sia residente da almeno cinque anni nel bacino di utenza cui appartiene il comune che emana il bando. Vengono dunque rivisitati alcuni requisiti soggettivi di accesso privilegiando il concetto della permanenza sul territorio regionale di nuclei familiari con residenza o attività lavorativa pluriennale anagraficamente accertata e l’assenza di condanne penali per delitti non colposi. Approvato inoltre un provvedimento di legge che stanzia somme per diverse settori e attività: 100.000,00 euro in favore della Provincia di L’Aquila per lavori infrastrutturali urgenti al km 24+400 della S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo”; 30.000,00 euro per la predisposizione del Programma Triennale dei Servizi di trasporto pubblico locale; 235.000 euro per ciascuna delle annualità del triennio 2018/2020 per assicurare lo svolgimento delle ex biblioteche provinciali; 600.000 euro come contributo straordinario in favore del Ciapi.

Approvato inoltre  il Testo unico sul commercio, il Piano Strategico per il Turismo 2017-2019, la legge che rifinanzia il  “Fondo di dotazione 2018 della legge 77/2000, il provvedimento amministrativo per il programma triennale della viabilità regionale 2008/2010, il progetto di legge “Abruzzo mountain race , promozione e valorizzazione della montagna attraverso lo sport”, la legge che modifica la tutela e valorizzazione dell’apicoltura, le norme per il sostegno delle imprese e dell’occupazione sul territorio regionale e di contrasto alle delocalizzazioni produttive. Approvato anche il provvedimento amministrativo “Bilancio di previsione 2018/2020-Prima Variazione, Applicazione avanzo di amministrazione esercizio 2017. Assestamento generale dei conti”e la legge “Norme per il migliore utilizzo delle aree industriali del vastese”. Rinviati i restanti punti all’ordine del giorno.

Articoli più letti

Ultimi articoli