The news is by your side.

Concorso letterario ControSenso 2018: vince Stefano Di Benedetto, premio della critica a Lucio Taraborrelli

60

Sante Marie. Ieri pomeriggio, nel caratteristico e rappresentativo borgo della lettura, si è tenuta la fase finale del concorso letterario ControSenso 2018. L’evento è stato presentato da Francesco Proia, direttore di MarsicaLive e dalla scrittrice Roberta Di Pascasio, che hanno cercato di non far rimpiangere gli altri due eminenti membri di giuria, Roberta Maiolini, speaker radiofonica e scrittrice, e lo scrittore Roberto Alfatti Appetiti, assenti per motivi familiari e di lavoro.

Sedici i romanzi in concorso quest’anno, uno più bello e interessante dell’altro, che hanno messo in seria difficoltà i giurati. Alla fine però la classifica è stata stilata e vede al quinto posto Giuseppe Argentieri, con il suo “racconti in libertà”, interessante raccolta di racconti. Quarto posto per Elsa Flacco, la scrittrice di Guardiagrele, che con il suo romanzo storico “Per Francesco che illumina la notte” sta cercando di rendere merito alla figura del beato Tommaso da Celano. Terzo posto per Claudia Valletta con “Addio”, un romanzo che intreccia una trama originalissima con una scrittura pregevole, emozionante e scorrevole. Secondo posto per Patrizia Tocci, che con “Nero e’ il cuore del papavero” ci fa rivivere in maniera forte e sentimentale le emozioni della cultura contadina del nostro Abruzzo. Al primo posto si classifica l’avezzanese Stefano Di Benedetto, che con il suo romanzo d’esordio “21 giorni” è riuscito a stupire la giuria, con una storia davvero originale e una scrittura che si avvicina a quella di autori di gran lunga più affermati, grazie al quale ci accompagna attraverso un viaggio profondo e introspettivo dentro noi stessi, con un finale a sorpresa inaspettato e spiazzante. Il premio della critica se lo è aggiudicato Lucio Taraborrelli, con il suo racconto “Nell’anno del Signore 1343” che ci porta nella Guardiagrele medievale, attraverso una storia tanto incredibile quanto originale, armato “solo” di fantasia e buona scrittura, riesce dove gli storici avevano fallito, ovvero dare un senso ad un interessante ritrovamento archeologico avvenuto qualche anno fa proprio a Guardiagrele. Gli scrittori hanno poi donato una copia dei loro romanzi a Lorenzo Berardinetti, sindaco di Sante Marie, affinché li collocasse nella biblioteca del borgo della lettura. La targa del primo premio è stata offerta dall’amministrazione comunale di Sante Marie, mentre il primo premio è stato un bracciale della collezione “I Love Abruzzo” di Montaldi. Al premio della critica è andata una targa offerta dalla Conapi di Avezzano. Dopo la galleria fotografica l’elenco di tutti i libri e i partecipanti.

1. Alfonso Nuccitelli – Ruvida
2. Bice Sabatini – intersezione di ricordi
3. Claudia Valletta – Addio
4. Elsa Flacco – Per Francesco che illumina la notte
5. Federica Ferretti – La Rugiada della Notte
6. Giuseppe Argentieri – Racconti in libertà
7. Lucio Taraborrelli – Nell’anno del Signore 1343
8. Luisa Carinci – Random
9. Margherita Verzilli – Storie di gente nata e morta all’ombra del Gran Sasso
10. Maurizio Urbani – La valle del Giovenco
11. Mauro Parisse – Viandante tra due mondi
12. Osvaldo Cipollone – Le nozze di canapa
13. Patrizia Tocci – Nero è il cuore del papavero
14. Roberto Agostinone – Il Fucino e il suo lago
15. Rosalia Messina – Uno spazio minimo
16. Stefano Di Benedetto – 21 giorni

Articoli più letti

Ultimi articoli