The news is by your side.

Cioni e Donatelli a D’Alfonso, ridurre il pedaggio autostradale anche in vista del Giubileo

5

L’Aquila. “Alla luce di incoraggianti dati sulle presenze turistiche nella nostra regione evidenziati nelle ultime settimane da autorevoli esponenti delle categorie interessare e principalmente frutto di un’oculata e lungimirante contenuta politica dei prezzi pratica posta in campo dagli imprenditori del settore che hanno opportunamente e responsabilmente fatto la loro parte, al fine di rendere tale positiva tendenza congiunturale ed evolverla in un vero trend strutturale, a nostro avviso strategico per l’intera economia del “sistema Abruzzo” , avanziamo la proposta alla Sua attenzione, di ridurre del quarantacinque per cento, sperimentalmente nei week end dei prossimi sei mesi, le tariffe autostradali , così come accadrà da domani su alcune tratte delle percorrenze della A35 Brescia Bergamo Milano e della A58 Esterna Milano. Siamo convinti che un tale provvedimento potrebbe favorire utilmente l’incoming turistico dell’Abruzzo che peraltro, geograficamente confina con territori come quelli dell’area metropolitana della Capitale, peraltro, a breve interessata dal prossimo Giubileo , della Campania e dell’ambito di Napoli, nonché delle finitime regioni della Puglia e delle Marche, contesti e bacini questi ultimi caratterizzati da densità demografiche particolarmente significative e bacino di milioni di abitanti potenzialmente interessati turisticamente al nostro territorio. L’ipoteconomia-abruzzo_autostrade-a24-a25-possibili-disagi-domenica-per-uno-scioperoesi di lavoro per mettere in pratica un esperimento di sei mesi, potrebbe essere sostenuto con uno sforzo del ” sistema Abruzzo ” nel quale coinvolgere, risorse regionali, con la partecipazione ed il contributo del mondo delle Camere di Commercio Abruzzesi, del sistema dei Parchi , e della Società Concessionaria della Rete Autostradale. Ci auguriamo che la nostra proposta possa essere positivamente considerata ed accolta, per promuovere concretamente il rilancio del comparto turistico regionale che, a nostro avviso, ha un enorme potenziale da esprimere sia direttamente che come indotto, per l’economia di tutti i settori produttivi abruzzesi ed al riguardo, ci dichiariamo sin d’ora pienamente disponibili per la necessaria attivazione di un gruppo di lavoro tecnico per verificare concretamente la fattibilità e la sostenibilità economica della nostra proposta” È quests la lettera inviata da Celso Cioni e Roberto Donatelli di confcommercio Abruzzo al governatore D’Alfonso.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli