The news is by your side.

Ci lascia il Maestro “Real”, l’associazione Blu Dreams omaggia la sua attività di volontario

65

Pianella. Una vita con gli altri, una vita per gli altri. Lo scorso 21 gennaio si è spento il Maestro d’arte “Real” al secolo Andrea Lucchi Basili, volontario dell’associazione onlus Blu Dreams. Scrittore, scultore e artista il suo nome resta legato a un simbolo di Pescara il Bar Lucchi della Stazione, l’indimenticabile cafè di personaggi famosi dove anche il grande rivale di Bartali si fermò prima che il suo treno partisse. Un male incurabile combattuto con grande coraggio e dignità l’ha strappato alla vita nello stesso giorno in cui una regione flagellata da sisma e neve era costretta a piangere la perdita di altri abruzzesi. In quelle ore anche Carlo Foresta, amico fraterno di Andrea, si divideva tra il dolore per lui e la disperazione per il fratello Tobia Foresta, una delle vittime della valanga su Rigopiano. Un personaggio poco noto ai molti ma grande amico di tanti: tutti amano ricordare il Maestro Lucchi come una persona sempre in prima in linea con chi era in difficoltà. Lascia testimonianza di sé nel libro di cui è autore “King of me”, profondo, provocatorio e anche molto alternativo, un viaggio introspettivo come incontro fra le parti. Nel 2006 “Real” aveva iniziato una nuova esperienza nella Scuola Familiare che è stata precorritrice della successiva istituzione della Scuola Paritaria Orizzonti. Instancabile promotore di mille laboratori, concretizza la sua passione per la natura nell’ orto biologico della Scuola. È ancora lì il suo attaccapanni fatto di materiali di riciclo. “Era il 2002 quando Andrea e Antonella vennero la prima volta nella nostra Scuola avevano scelto Zerotre per la loro bambina Ananda. Dopo tanti anni di stima e rispetto reciproco sono stati sostenitori della nostra Associazione condividendone i principi e le finalità. Una grande famiglia la nostra, dove “Real” è stato un riferimento di vita per molti ragazzi.” Lo ricorda così il presidente Maria Stefania Peduzzi. “Con la forza propulsiva del suo bene armonico e universale si è ricongiunto a quello spirito, un’entità vivente infinita, nella quale si ripetono incessantemente i cicli di vita e morte individuali.” Unanime tutta l’associazione Blu Dreams, la comunità scolastica, il presidente Maria Stefania Peduzzi, rendono omaggio all’instancabile operato di quell’animo nobile e altruista che amava regalare sorrisi. @baldaroberta

Articoli più letti

Ultimi articoli