The news is by your side.

Chi mantiene Maragno a Palazzo di Città? Il sindaco sveli i nomi dei consiglieri di maggioranza

0

politica-abruzzo_montesilvano-maragno-situazione-preoccupante-per-il-bilancioPescara. “Da mesi Montesilvano Democratica chiede a Maragno chiarimenti sulle motivazioni che hanno portato alle sue dimissioni, scelta imposta, come dice il sindaco, da cabine di regia esterne al Comune e poteri forti a caccia di comode poltrone. Affermazioni pesanti e gravissime, che il sindaco ha il dovere di spiegare ai montesilvanesi. Ma la pagliacciata messa in atto oggi dal primo cittadino durante la seduta del Consiglio comunale, quando l’unica risposta ricevuta è stata un elogio a Pinocchio come ‘simbolo della nostra umanità’, dimostra la pochezza politica e la mania di protagonismo di Maragno”. E’ quanto sostiene il capogruppo in Consiglio comunale di Montesilvano Democratica, Lino Ruggero. “Per l’ennesima volta il sindaco si è rifiutato di rispondere alle nostre interrogazioni, sorvolando, quindi, sul diritto sacrosanto dei cittadini di conoscere la verità su quanto accade nelle stanze del potere – ha detto Ruggero – Maragno continua a comportarsi da ipocrita e a occultare i fatti, dimostrando in questo modo di essere lontano dai problemi che attanagliano la città, dall’emergenza rifiuti alla tassazione estrema. Ma non solo”. “L’individualismo del primo cittadino, evidenziato oggi come in tante altre sedute dell’assise civica cittadina – aggiunge Ruggero – fa sorgere spontaneamente dei dubbi sulla maggioranza di centrodestra in Consiglio comunale. Quella maggioranza decretata dalle urne sette mesi fa e che oggi sembra venuta a mancare. Per queste ragioni, sperando di ricevere questa volta una risposta seria, Montesilvano Democratica invita il sindaco a indicare i nomi dei consiglieri che fanno ancora parte della sua maggioranza e a dimostrare, in questo modo, di non essere incollato alla poltrona solo per lo stipendio – conclude il capogruppo di Montesilvano democratica – Altrimenti, citando le parole dello stesso Maragno, se un sindaco non può contare sulla sua maggioranza, le dimissioni diventano doverose”.

Articoli più letti

Ultimi articoli