The news is by your side.

Cedono i ponti: dopo Popoli, problemi al ponte Capograssi di Sulmona e sull’asse attrezzato

9

Vasto (Chieti): area sequestrata corpo sotto viadottoL’Aquila. Dopo il viadotto di Popoli sulla A25, i cui appoggi erano stati danneggiati dal sisma, problemi alla rete viaria sono ststia rilevati a Sulmona e Pescara. Il ponte Capograssi di Sulmona, la più importante arteria di collegamento tra centro storico e zona nuova della città, chiuso al traffico e alla sosta. Lo hanno deciso i tecnici del Comune su segnalazione dei vigili del fuoco che hanno accertato uno spostamento dei giunti strutturali del ponte, probabile conseguenza della scossa di terremoto di domenica. Il ponte, che unisce il centro storico con la zona Peep, è aperto solo al passaggio dei pedoni. Ciò sta provocando disagi al traffico lungo via Papa Giovanni e circonvallazione orientale. “E’ stato transennato il ponte per inibire il traffico veicolare e consentire ai tecnici di effettuare un sopralluogo, a vista” spiega il sindaco Annamaria Casini. Nei prossimi giorni saranno prese decisioni relative all’utilizzo, con interessamento della Protezione Civile regionale, fa sapere Casini, per “effettuare verifiche specialistiche sull’infrastruttura. All’esito delle suddette verifiche verrà data tempestiva comunicazione sulle decisioni adottate”. Problemi anche sull’asse attrezzato. Si tratta del cavalcavia che si trova a ridosso dello svincolo della zona “Selvaiezzi” di Chieti, in via Custoza, a ridosso di importanti attività industriali, dove si notano rilevanti cedimenti dell’asfalto nei punti di giunzione. Si tratta del cavalcavia più “giovane” realizzato sull’Asse Attrezzato: di proprietà del Consorzio Industriale, che venne re-inaugurato una decina di anni fa dopo essere stato chiuso per anni a causa di un cedimento. E’ stato rilevato un evidente cedimento di una delle rampe ascendenti sottoposta ad un enorme stress di carico per il passaggio continuo dei TIR. Nei mesi scorsi i titolari della ditta Mokambo, che si trova proprio a ridosso del ponte, si erano dichiarati anche disposti a finanziare di tasca propria l’intervento.

Articoli più letti

Ultimi articoli