The news is by your side.

Caso sospetto di Coronavirus a Roseto, il sindaco di Giulianova: mantenere la calma e agire con maturità

Il sindaco Jwan Costantini: "attenersi a comunicazioni e procedure ufficiali"

17

Teramo. In seguito alla notizia arrivata nelle prime ore di stamattina in merito al caso sospetto di Coronavirus registrato a Roseto, il sindaco di Giulianova, Jwan Costantini, invita tutti a mantenere la calma e ad attenersi alle informazioni ufficiali e alle procedure d’emergenza diffuse dalla Regione Abruzzo e dalla Asl di Teramo.

In queste ore il primo cittadino giuliese si trova in Prefettura a Teramo insieme ai sindaci del Comitato ristretto della Asl per incontrare il presidente della Regione Marco Marsilio e l’assessore alla Sanità Nicoletta Verì, al fine di istituire il tavolo di lavoro per coordinare l’emergenza.

“Dobbiamo mantenere la calma ed agire con maturità”, spiega Jwan Costantini, “tutti i comuni della provincia di Teramo si stanno muovendo unitamente alla Regione e alla Asl per studiare un piano d’azione condiviso insieme alle autorità ed ai volontari della Protezione Civile. Intanto abbiamo avuto la conferma che il turista brianzolo giunto a Roseto e trovato positivo al primo esame del Covid-19 (siamo in attesa dei risultati del secondo esame allo Spallanzani di Roma) ha dichiarato alle autorità di non essersi recato a Giulianova. A tal proposito sottolineo che saranno presi seri provvedimenti nelle sedi opportune per coloro che intraprendano operazioni di procurato allarme, anche attraverso i social network. Siamo abituati a fronteggiare emergenze di grande portata, come accaduto con il terremoto ed il maltempo, ed anche questa volta saremo responsabili e capaci. Nel tardo pomeriggio”, conclude, “comunicheremo una eventuale chiusura delle scuole a Giulianova”.

Articoli più letti

Ultimi articoli