The news is by your side.

Caso Corte dei Conti, Berardini (M5S): Abruzzo ostaggio del centrodestra, collante della maggioranza le poltrone

30

L’Aquila. “Il centrodestra manifesta ancora una volta la sua inadeguatezza ad amministrare la Regione. Ma se fino ad ora l’unico collante è stato la spartizione delle poltrone, ora riescono a litigare anche su questo”. È questo il commento del deputato teramano del Movimento 5 Stelle Fabio Berardini. 

“Questo atteggiamento tiene in ostaggio l’intera Regione”, sottolinea l’esponente dei 5 stelle, “non è ammissibile, infatti, che per attribuire una comoda poltrona da 200mila euro all’anno a Paolo Gatti il dibattito politico regionale debba impantanarsi su questo. Si conferma l’egemonia di Fratelli D’Italia che, a fronte del suo 6,44% ottenuto alle elezioni 2019 in Abruzzo, sta incassando poltrone e potere umiliando il 27,54% ottenuto dalla Lega. Tutto ciò a tradimento della volontà popolare”, spiegano Torto r Berardini, “che ha scelto un centrodestra apparentemente unito e che invece continua a litigare su ogni cosa come nel caso delle amministrative di Chieti.”

“Per quanto riguarda la famosa nomina da 1 milione di euro”, conclude il deputato dei 5 stelle, “sottolineo assolutamente facoltativa da parte del Consiglio regionale, ci chiediamo quale sia il vantaggio per i cittadini abruzzesi alla luce anche della totale assenza di imparzialità di Paolo Gatti che continua a fare politica attiva sul territorio teramano. Siamo totalmente contro il poltronificio per i politici”.

Articoli più letti

Ultimi articoli