The news is by your side.

Carcerati studenti recitano Pirandello e leggono Gramsci, è il nuovo progetto di ‘Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole’

4

Pescara. Le ‘Lettere dal carcere’ di Antonio Gramsci, la novella ‘Il treno ha fischiato’ di Luigi Pirandello, alcuni dialoghi di ‘Aspettando Godot’ di Samuel Beckett e la poesia ‘Liberté’ di Paul Éluard.

È il materiale recitato dai detenuti del carcere di Pescara iscritti alle classi serali e carcerarie dell’istituto tecnico statale Aterno Manthoné del capoluogo adriatico. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto nazionale ‘Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole’, promossa dal Centro per il libro e la lettura. L’obiettivo del progetto, che ha creato un confronto tra gli studenti del corso per adulti dell’Istituto Aterno Manthoné con i detenuti-studenti della casa circondariale di Pescara, era quello di “leggere come conquista della libertà interiore e di apertura a mondi nuovi”. Venerdì, invece, per i ragazzi dei corsi del mattino, la scuola ha promosso un’altra iniziativa: brani dell’Arminuta, il romanzo dell’abruzzese Donatella Di Pietrantonio, premio Campiello 2017, con la partecipazione dello showman Vincenzo Olivieri, che ha letto alcuni brani del suo libro ‘Sorridi, se hai tempo’.

Articoli più letti

Ultimi articoli